calcio

Chinaglia, la Lazio del 1974 e le altre che hanno scritto la storia

Dieci anni senza Giorgio Chinaglia, grande protagonista del primo scudetto della Lazio. E quella di Long John è solo la prima di alcune squadre biancocelesti da leggenda…

Redazione Il Posticipo

Pulici, Petrelli, Martini, Wilson, Oddi, Nanni, Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi, D’amico. Allenatore, Maestrelli. Una storia pazza, folle, senza logica. Una squadra di matti, irripetibile. La Lazio nel 1974 vince uno scudetto impossibile, trascinata da due uomini. Giorgio Chinaglia e Tommaso Maestrelli, legati in vita e anche dopo, con Long John, che se ne è andato dieci anni fa, seppellito assieme al sua maestro. Quella di quella Lazio è una vittoria di pancia, nervi. Undici uomini divisi in due gruppi. Durante la settimana si odiano. Calci, pugni, persino pistole e pallottole. Un far west. La domenica, però, il saloon chiude. Si mettono da parte rancori e gelosie, trasformandosi in una armata inarrestabile che il 12 maggio 1974 si prende lo scudetto più  incredibile della storia del calcio italiano. Ci sono però anche altre Lazio indimenticabili.