calcio

Panni sporchi lavati in famiglia e appesi a stendere sui social: i “guai” causati da padri, fratelli e mogli…

Molte volte i familiari si sono "espressi" sui social causando polemiche ma la signora Katai batte tutti. E non sono pochi. 

Redazione Il Posticipo

Aleksandar Katai licenziato dai Los Angeles Galaxy. Tutto a causa dei post a sfondo razzista della moglie del centrocampista serbo. Nel mirino della società alcune storie su Instagram. La prima invitava la polizia a usare le maniere forti contro chi manifestava in favore di George Floyd, mentre i protestanti erano definite “bestie disgustose”. E poi un post di dubbio gusto ritraente una donna di colore uscire con un paio di scarpe da un negozio saccheggiato con un “Black Nike Matters”. Basta e avanza, alla società per il licenziamento. Sicuramente è da record. Molte volte i familiari si sono "espressi" sui social causando polemiche ma la signora Katai batte tutti. E non sono pochi.

Potresti esserti perso