Calcio e tattoo: impossibile senza?

Il tatuaggio è rientrato ormai negli obblighi di un calciatore. Sono pochi quelli che non hanno un disegno sulla propria pelle, tanti, invece, quelli che hanno un ricordo indelebile su se stessi.

di Redazione Il Posticipo

Vidal

vidal1

Per fare il calciatore servono piedi buoni, grande corsa e…dei tatuaggi. Una provocazione nata negli ultimi anni, notando come ormai ogni calciatore possa vantare almeno un disegno indelebile sulla propria pelle. Come il guerriero Vidal, amato in ogni club in cui ha giocato. Il classico calciatore che dà tutto in campo, capace di strappare un applauso al pubblico anche nelle (rare) partite in cui la squadra perde. Braccia, petto, collo e pancia. Una croce (come praticamente ogni sudamericano) ed una scritta in rilevanza: il campione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy