calcio

Bobo Vieri e gli altri globetrotter del pallone: fra recordman, irrequieti…ed esploratori

Redazione Il Posticipo

Menzione particolare, infine, per un calciatore che in realtà non è esattamente un atleta, quanto uno studioso. DanIto è un giapponese che ha unito il concetto di professionista dello sport e dell'antropologia: ha cambiato oltre venti club club per amore dello studio di diverse culture, senza rinunciare alla sua grande passione per il calcio, "mantenedosi" così gli studi: Ito ha giocato non a caso, in squadre di paesi piuttosto esotici e senza grande tradizione, che hanno più cultura generale che calcistica: India, Mongolia, Vietnam, Honk Kong, Malesia, Singapore, Australia, Bhutan, Laos, Cambogia e Sri Lanka e Guam. Il punto più alto della sua carriera? Un'amichevole con la Juventus nel 2004...

Potresti esserti perso