calcio

Auguri a Milito, il simbolo dei ranocchi di mercato di Serie A… diventati principi

È successo molto spesso negli ultimi anni che le società abbiano vinto scommesse improbabili. E che, come Milito, calciatori arrivati in sordina nel nostro campionato si siano rivelati acquisti più azzeccati di molti colleghi più pubblicizzati

Redazione Il Posticipo

Auguri a Milito, il simbolo dei ranocchi di mercato di Serie A… diventati principi- immagine 2

Nel 2009 il grande colpo dell'Inter destinata al Triplete doveva essere Eto’o, non certo un attaccante prelevato dal Genoa e senza alcuna esperienza europea, se si escludono due presenze in UEFA con il Saragozza. Invece Milito, che oggi compie 43 anni, diviene l’uomo della provvidenza. L’argentino, segna in tutti i modi e mette il timbro nelle partite decisive. Suo il gol scudetto con il Siena. Sua la rete decisiva in Coppa Italia con la Roma e anche la doppietta che riporta la Champions a colorarsi di nerazzurro grazie a un acquisto non troppo di grido. Del resto, è successo molto spesso, negli ultimi anni, che le società abbiano vinto scommesse anche a scapito di colleghi pagati di più e più pubblicizzati