“Hai messo in valigia l’esplosivo?” – Gli arresti più assurdi di atleti famosi

Trevor Davis, ricevitore dei Green Bay Packers, si è fatto arrestare per una battuta all’aeroporto di Los Angeles. Ma non è certo l’unico a poter vantare un arresto per…futili motivi.

di Redazione Il Posticipo

Gli aeroporti, si sa, sono un luogo abbastanza controllato. E se c’è da fare uno scherzo stupido, meglio farlo quando non c’è in giro la sorveglianza, altrimenti si rischia grosso. L’ha imparato a sue spese Trevor Davis, ricevitore della franchigia NFL dei Green Bay Packers. Come riporta la ESPN, Davis è stato arrestato al Los Angeles International Airport e accusato di procurato allarme. L’atleta, in procinto di partire per le Hawaii, ha risposto con un po’ troppa ironia al classico controllo aeroportuale, dichiarando di avere con sè materiale esplosivo e chiedendo alla sua compagna di viaggio se l’avesse inserito in valigia. Di questo periodo fidarsi e bene, non fidarsi ancora meglio ed ecco che è arrivato l’arresto per il ventiquattrenne. Fermo di polizia più assurdo di sempre per un atleta? Beh, forse no…

N’ZOGBIA E L’ESAME DELLA PATENTE – Molto complicato, ad esempio, fare peggio di Charles N’Zogbia, arrestato con la gravissima accusa di…aver barato all’esame per la patente. Il francese, attualmente svincolato, nel 2010 si era messo in testa di cominciare a guidare e, a differenza di molti stranieri, non aveva trovato complicata l’idea di circolare sul lato opposto della strada. Ciò che evidentemente gli risultava complicato era il test scritto dato che, secondo le accuse, avrebbe assunto un’altra persona per sostenerlo al suo posto. Alla fine il caso si è sgonfiato, per fortuna di N’Zogbia, che altrimenti avrebbe rischiato fino a dieci anni di carcere.

ANTONIO MORRISON, NON STUZZICARE IL CANE IN SERVIZIO – Tornando negli Stati Uniti, vale assolutamente la pena di menzionare un altro giocatore di Football Americano. Parliamo di Antonio Morrison, all’epoca linebacker dei Florida Gators, portato via in manette per aver abbaiato ad un cane poliziotto. L’atleta ha avuto la pessima idea di infastidire un’unità cinofila in azione durante una chiamata riguardo un veicolo sospetto ed il…collega del cane non l’ha presa bene. Morrison è stato accusato di intralcio alla giustizia e resistenza a pubblico ufficiale. E non è neanche certo se ci si riferisse al cane o al poliziotto. Le accuse sono state ritirate qualche giorno dopo, ma in ogni caso è meglio non stuzzicare…il cane in servizio.

OLDEN POLYNICE, IL FINTO POLIZIOTTO – E chiudiamo questa carrellata con il curioso caso di Olden Polynice, centro degli Utah Jazz e…finto poliziotto. Il cestista è stato arrestato nel 2000 dopo che, durante un alterco con un automobilista, ha mostrato un distintivo della Los Angeles Police Department. Peccato che fosse un distintivo onorario, che era stato donato a Polynice (che tra l’altro ha al suo attivo anche una stagione a Rimini a inizio carriera) quasi dieci anni prima, quando giocava con i Los Angeles Clippers. Accusato di aver finto di essere un pubblico ufficiale, si è scusato e se l’è cavata con una multa. Salvo poi ricascarci neanche un mese dopo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy