Altro che Brocchi, vincenti ma…per caso: i comprimari con una bacheca strapiena di trofei

Altro che Brocchi, vincenti ma…per caso: i comprimari con una bacheca strapiena di trofei

Calciatori non eccelsi, ma che hanno saputo interpretare e tradurre il “carpe diem” in campo. Al momento giusto e nelle squadre giuste. Il calcio premia chi ci mette anima e corpo, anche se non brilla di classe cristallina…

di Luigi Pellicone

CARPE DIEM

3a678e16-007c-11e6-8701-d21ef4c79bc6

Comprimari che diventano campioni. Non tanto per eccellenza in campo, ma per aver saputo cogliere l’attimo. Quando si dice al posto giusto al momento giusto: storie di calciatori che non sono esattamente dei fenomeni ma che hanno interpretato al meglio il concetto del “carpe diem” applicato al calcio, vincendo molto di più rispetto alle qualità tecniche. Qualcuno ha anche alzato al cielo Champions e Mondiale. Il portabandiera è Cristian Brocchi. Un cognome così, non certo un talento, ma capace di vincere di tutto e di più: 1 scudetto, 2 champions, 1 mondiale per club, 1 supercoppa europea, 3 coppe italia, 1 supercoppa italiana,

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy