calcio

Allegri e Bonucci, Gomez e Gasp: la storia dice che se non si fa pace, dopo la lite c’è un addio

Bonucci e Allegri si ritrovano dopo gli scontri dell'ultima esperienza comune bianconera. E a Torino sono un po' preoccupati... Del resto, la storia insegna che dopo le liti non sempre c'è la pace. E senza la pace, c'è l'addio. 

Redazione Il Posticipo

MILAN, ITALY - JANUARY 06:  Leonardo Bonucci of Juventus FC looks on during the Serie A match between AC Milan and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2021 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Alla Juventus si riparte da volti conosciuti e che...si sono scontrati. Qualche anno fa i rapporti burrascosi fra Bonucci e Allegri costano la tribuna al centrale in Champions con il Porto. L'inizio della fine: il difensore della Juventus lascia Torino dopo, si dice, i dissidi si siano allargati, oltre che con il tecnico, anche con la società. Bonucci è lasciato andare via senza troppi impianti, dopo una sola stagione si pente, chiede scusa, torna sui propri passi. E la Juventus lo riaccoglie. Ora è tutto a posto? A Torino sono un po' preoccupati, perchè la storia insegna che dopo le liti non sempre c'è la pace. E senza la pace, c'è l'addio.