Alla fine… torno a casa: i giramondo che terminano la carriera dove tutto è cominciato

Mario Balotelli ha rivelato di voler chiudere la propria carriera al Brescia, nella città dove tutto è cominciato. Non sarebbe certo il primo caso in cui un calciatore gira il mondo e poi torna a casa per dare gli ultimi calci al pallone.

di Redazione Il Posticipo

Non solo argentini

Kuyt

Certo, sono stati presi come esempio gli argentini ma anche gli olandesi non scherzano sul ritorno a casa. Certo, il primo nome risponde forse al più ‘argentino’ degli olandesi: Dirk Kuyt, giocatore di una classe sconfinata. Dopo la sua prima stagione da professionista al Quick Boys, passa all’Utrecht per cinque anni. L’affermazione arriverà con la maglia del Feyenoord mentre la consacrazione con quella del Liverpool. Dopo sei anni in rosso, va a regalare qualche giocata in Turchia al Fenerbahce. Dopodiché tutti pensano che sia arrivato il momento di tornare a casa. Va al Feyenoord, resta due anni ma… no, non è quella casa sua. Torna al Quick Boys.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy