1 maggio, festa degli… ex giocatori: che lavoro fanno quando smettono? Fra becchini, wrestler e preservativi, il…campo è vastissimo

Dal campo di gioco ad altri…campi il passo è stato brevissimo. Tanti calciatori si sono reinventati una seconda vita del tutto originale…

di Redazione Il Posticipo

TABACCAIO

121bdd50-1e03-11e6-8271-f50688284894_7.JPG.cf

Che si fa a fine carriera? Ottima domanda, che molti calciatori si sono posti nel corso degli anni. C’è chi ha deciso di rimanere nel mondo del calcio, chi ha investito il proprio denaro in attività più o meno redditizie e chi…è tornato a lavorare. Non sempre appendere gli scarpini al chiodo significa chiudere con il lavoro, anzi. Ci sono molti giocatori che una volta terminata l’esperienza sul campo, si sono reinventati e si sono messi all’opera in altri…campi. È il caso di Riccardo Zampagna, che prima di farsi notare e iniziare a segnare caterve di reti da professionista faceva il tappezziere mentre calcava i campi delle divisioni minori. E che una volta smesso, ha realizzato uno dei suoi grandi sogni. Aprire una tabaccheria nella sua Terni. Perchè? Beh, Zampagna, anche da calciatore, è sempre stato un fumatore accanito. E così ha unito l’utile al dilettevole, trovando un’attività post-ritiro e…risparmiando.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy