Occhio a Tonali, il regista del futuro

Occhio a Tonali, il regista del futuro

Di Massimo Piscedda. Sandro Tonali, centrocampista classe 2000 del Brescia, è uno dei nomi nuovi del calcio giovanile italiano. Un regista coi fiocchi, che vuole ripercorrere le orme dei grandissimi.

di Massimo Piscedda

Il suo nome non è Bond, si chiama solo Sandro Tonali. Ma attenzione, il termine “solo” non vuole certo essere una diminutio, quanto un modo divertente per presentare il profilo di un ragazzo giovanissimo che, a mio avviso, farà parlare parecchio di sè nei prossimi anni.

Tonali è nato a Lodi nell’anno 2000 e gioca titolare in serie B nel Brescia, dove è cresciuto calcisticamente. Il suo ruolo è quello del centrocampista, preferibilmente centrale. Una posizione in campo dove si trova a suo agio, avendo un lancio millimetrico per cambi di gioco e palle filtranti forti e precise per gli attaccanti. Ha una buona struttura che andrà ancora in definizione, anche perché la categoria in cui gioca lo richiede. La sua visione di gioco è ottima, compresa anche la lettura in fase di costruzione e in fase di interdizione. Non è molto rapido nei movimenti ma lo è nel pensiero. Di conseguenza riesce spesso ad avere un buon tempo di aggressione e temporeggiamento. Ha inoltre buone qualità tecniche di palleggio ed il fatto che il suo allenatore Boscaglia gli abbia affidato la regia significa che anche la personalità non manca, nonostante la giovane età.

Questo ragazzo lo conosco bene, perché l’ho avuto in B Italia under-17 lo scorso anno. Inoltre, in occasione della vittoria del Torneo Maestrelli, il centrocampista lombardo è stato anche premiato come miglior giocatore. La conferma che in Italia i calciatori forti ci sono è proprio il profilo di Tonelli. Per cui, molto probabilmente, quella di Brescia sarà solo una tappa della sua promettente carriera, orientata credo verso società di categoria superiore. E questo avverrà, sia per la sua crescita che per un sacrosanto diritto di natura economica per la società che lo ha cresciuto. E che senza farsi troppi problemi lo ha proposto in un campionato difficilissimo come quello di serie B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy