Novara, effetto Puscas in corso….

Novara, effetto Puscas in corso….

Puscas, un’arma non convenzionale in serie B. Cinque gol in tre partite e altrettanti punti regalati al Novara, che grazie al centravanti scuola Inter si sta allontanando dalla bassa classifica.

di Redazione Il Posticipo

Effetto Puscas: il centravanti (classe 96) si conferma arma non convenzionale in B. Dopo aver portato il Benevento alla prima storica promozione in serie A, il ragazzo sta trascinando il Novara fuori dalle sabbie mobili. Debutto e gol con l’Ascoli. Quindi una tripletta in casa con il Cittadella ed ancora a segno con lo Spezia. Al netto del risultato finale, il centravanti rumeno, scuola Inter, è ancora decisivo. Cinque gol e altrettanti punti regalati alla squadra che grazie al suo contributo si è tirata fuori dai bassifondi della classifica.

Puscas, un ragazzo dalle idee chiare

L’attaccante, dopo essersi reso protagonista con il Benevento, ha sofferto l’impatto con la serie A, complice una squadra inadeguata alla massima serie. Puscas ha resistito sino a gennaio. Poi ha optato per il ragionamento più pratico: a Benevento rischiava di perdere tempo e interrompere il percorso di crescita. Dunque, meglio accumulare minuti ed esperienza. Richiesto anche da Palermo e Parma, squadra con ambizioni di promozione, ha sposato comunque il progetto della squadra piemontese. Perché? Semplice. Posto da titolare pressoché garantito. Scelta comoda? Tutt’altro. Logica. Meglio compiere un passo indietro a gennaio per tentare il doppio salto in avanti a giugno, piuttosto che accumulare malumori e panchine in una squadra condannata alla B.

A scuola, in attesa dell’Inter….

Puscas non ha avuto problemi a scendere nuovamente di categoria e a scegliere una squadra non di primissimo piano. Gli interessa soprattutto l’esperienza sul campo. A 21 anni, del resto, la continuità è fondamentale. L’attaccante ha subito ritrovato la via del gol e non ha perso la fiducia della dirigenza nerazzurra, che continua a monitorarlo e ha lanciato un segnale importante. La cessione è in prestito gratuito per il club piemontese, che può anche esercitare il riscatto del cartellino. L’Inter però conserva anche il diritto di recompra. Giovane, talentuoso e di personalità. Dovesse mantenere le premesse e le promesse, alla Pinetina non avrebbero problemi nel riprenderselo. Del resto, il progetto Suning è chiaro: si basa anche e soprattutto sui giovani di talento da valorizzare e rivendere. Se poi sono particolarmente bravi, si trattengono. E Puscas ha tanta voglia di tornare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy