È Super Serie A

È Super Serie A

Di Stefano Impallomeni. Ancora poche ore e la Serie A sarà davvero speciale grazie a un nuovo sbarco, per certi versi lunare, elettrico e molto esclusivo. Sarà una stagione a colori, sebbene domini ancora il bianconero grazie a CR7, un Apollo Creed che sarà sfidato da tanti Rocky Balboa.

di Stefano Impallomeni

Ci siamo, si riparte. Ancora poche ore e la Serie A sarà davvero speciale grazie a un nuovo sbarco, per certi versi lunare, elettrico e molto esclusivo. Sarà una stagione a colori, sebbene domini ancora il bianco e il nero. A Torino luci e sfarzo con Cristiano Ronaldo in primo piano, copertina assoluta del calcio italiano nel mondo, il super acquisto della svolta non soltanto juventina. Grazie al portoghese il nostro calcio sarà più seguito, visto e analizzato, supportato, commentato in ogni dove.

MAGGIOR COMPETIZIONE – Più interesse, ma anche una maggiore competizione. Lo ha dimostrato il mercato, lo hanno scandito i tanti movimenti di calciatori, come le campagne acquisti e cessioni estive di Inter, Milan e Roma, il cui dinamismo si è fatto sentire e vedere. Una fibrillazione virtuosa, un rintocco di strategie parallele che hanno portato quasi tutti i club a muoversi, a comprare anche se con molti ‘non so se pagherò’ (diritti di riscatto quest’anno a iosa). Ronaldo ha smosso ogni idea, ogni risorsa, ha stimolato. Ronaldo, l’attrazione fatale, perno nuovo della giostra che si appresta a partire. Non solo CR7, anche altro. Sarà un campionato diverso e più ricco. Un fuoriclasse, tanti buoni giocatori e qualche campione in prospettiva. Vivremo giornate differenti e globali. Una nuova dimensione in cui emergerà una sfida totale, molto inedita e inattesa fino a poche stagioni fa.

UN APOLLO E TANTI ROCKY – Sarà più che un tutti contro tutti, un tutti contro CR7, che facendo le debite proporzioni, vestirà i panni del primo ‘Apollo Creed’, il pugile lussuoso e imbattibile nella saga di Rocky, che poi venne piegato dalla resistenza eroica di un uomo della strada in cerca di un’impresa da consegnare alla storia. Sarà un campionato, dicono, alto-basso, dove però il basso sarà più motivato che mai. Ogni giornata, ogni giorno, ogni settimana sarà una contesa molto accesa. La Serie A, dunque, da leggere e da seguire con un interesse esclusivo. Apollo Creed e i tanti Rocky Balboa a darsi battaglia: questa potrebbe essere la sintesi iniziale, in attesa dei primi sviluppi. Sembra non esserci speranza per la concorrenza, eppure ne abbiamo viste tante. CR7 non è il Signore dei campionati, ma delle Champions. Non tutto già deciso, ma almeno in Italia un confronto da vivere con un briciolo di speranza. Una sfida difficile da vincere per gli altri, ma non sempre impossibile.

LA MAGIA DEL CALCIO – Sarà un campionato particolare, con un super favorito, sarà un torneo chissà quanto tirato e combattuto, ma godiamoci i primi effetti speciali. Tutti contro una sigla, CR7, che è il campione dei campioni, cioè quelli della Juventus, già capace di vincere sette scudetti in fila. È quasi tutto scritto, quasi tutti d’accordo. Juventus in cima, già in una fuga virtuale vincente e scontata. E allora affinché non finisca tutto molto in anticipo, appelliamoci sportivamente alla magia del calcio, al suo romanzo popolare, alle incredibili traiettorie che questo sport ci ha saputo regalare in passato. Non ci sono più le favole di una volta, da raccontare e da mettere nella nostra antologia calcistica, ma speriamo che sia un campionato vivo, intenso e appassionante. Senza allunghi improvvisi, senza polemiche e senza sospetti, perché non sempre vince il più forte. A volte la spunta il più bravo. Buon campionato a tutti. Ci divertiremo. E siamo già pronti a vedere di chi sarà il primo gol. Sarà di CR7?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy