5 ris…POST…e al campionato

5 ris…POST…e al campionato

Di Stefano Impallomeni. Il campionato lascia in eredità dubbi, interrogativi e curiosità. Ecco le risposte ai quesiti che ha regalato la ventesima giornata di Serie A.

di Stefano Impallomeni

Ronaldo umano, Juventus no

(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Ronaldo è umano, la Juventus…no. Altra vittoria con facilità irrisoria. Il Napoli non molla, ma Ancelotti e i suoi rischiano di aspettare un passo falso che non arriverà mai?

Ricomincia il girone di ritorno e lassù lo stesso canovaccio. La Juventus non conosce limiti, il Napoli insegue, giocando bene, a nove punti di distanza, sperando che lo stato attuale delle cose possa cambiare in qualche modo. Già, in quale modo potrà ridursi il gap? La squadra di Allegri avrà una flessione? Assisteremo a un duello più tirato? Tutto è possibile, ma certo è che in questo momento resta davvero impensabile immaginare uno scenario diverso. La Juventus ha una profondità di organico impareggiabile, perché non solo ci sono scelte di ogni tipo ma perché ogni calciatore è titolare di se stesso, del proprio valore, in possesso di una tecnica eccellente. Non solo muscoli, fisicità e tattica, insomma. Douglas Costa è l’ultimo esempio della ricchezza bianconera, in cui anche uno come CR7 si scopre umano sbagliando un calcio di rigore.

È una Juventus tentacolare: Emre Can, Bernardeschi e chi più ne ha, più ne metta. È una Juventus invulnerabile in Italia, ma non così impenetrabile in Europa. Dovremo vedere se ci saranno conferme piene in Champions per capire se il divario in campionato potrà tornare “normale”. Ancelotti fa bene a credere che nulla sia finito. Il suo Napoli ha cadenze importanti, sciorina calcio in tutti i modi, a grande intensità e senza tanti titolari ha avuto ragione su una buona Lazio, sapendo creare occasioni da rete nitide e pericolose. Il turnover funziona a meraviglia. È tornato un super Milik e queste rotazioni, alla lunga, potrebbero essere determinanti ai fini della lotta scudetto. Quindi, attenzione. La Champions per la Juventus sarà determinante più di quanto lo sarà l’Europa League per il Napoli, che proverà a vincerla senza i ferrei obblighi juventini. Allegri più sotto pressione di Ancelotti. Sfida ancora aperta, quindi, nonostante la classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy