Zarate segna contro il Velez e il fratello esplode: “Che vergogna avere il tuo stesso sangue… I traditori vanno impiccati!”

Zarate segna contro il Velez e il fratello esplode: “Che vergogna avere il tuo stesso sangue… I traditori vanno impiccati!”

A casa Zarate, il Velez è sacro. E quindi quando Mauro, che ora gioca con il Boca, ha realizzato un rigore ed esultato contro il club così caro alla sua famiglia, qualcuno non l’ha decisamente presa bene…

di Redazione Il Posticipo

Due cose nella vita non si scelgono: la famiglia e la squadra di calcio. Che a volte sono due concetti legati, perchè spesso e volentieri l’amore per determinati colori viene trasmesso, come si suol dire, di padre in figlio. E se qualcuno devia dal…corso naturale delle cose? A volte la questione viene ignorata, altre diventa un semplice inconveniente. Ma non a casa Zarate. Da quelle parti, il Velez Sarsfield è sacro. E quindi quando Mauro, l’ex attaccante di Lazio, Inter e Fiorentina ha tradito il club in cui è cresciuto per andare, sacrilegio, al Boca Juniors, la sua famiglia non l’ha presa per niente bene.

ESULTANZA – Al punto che nel giugno dello scorso anno, all’epoca del trasferimento, Zarate è stato praticamente ripudiato da tutti i suoi cari, che non potevano perdonargli il tradimento supremo. Ma, una volta sbollita la rabbia, la questione si è poi ricomposta? Macchè. E considerando che nei quarti di finale della nuovissima Coppa di Lega argentina si sono affrontate le due squadre, il caso è decisamente tornato in auge. Colpa di Mauro, che come riporta Infobae si è presentato sul dischetto (il match di ritorno è stato vinto ai rigori dal Boca), ha segnato ed esultato contro la sua ex squadra. E poi, a fine partita, una volta intervistato, ha risposto “ha passato il turno la squadra più grande”.

INSULTI – Un qualcosa che non ha certamente fatto piacere a casa Zarate, soprattutto a suo fratello maggiore Rolando. Che attraverso diversi status di Whatsapp non le ha certo mandate a dire al…traditore. “Che vergogna avere il tuo stesso sangue”. Non certo qualcosa che si dice spesso ai propri congiunti. Ma si può fare di peggio: “Con i Giuda non si combatte, li si impicca”. Ma anche “il tradimento peggiore è quello che non arriva dai tuoi nemici”. Poi ancora “il sangue rende parenti, ma la lealtà rende famiglia”. E tanto per concludere in bellezza: “il tradimento, l’inganno e la menzogna sono il tuo modo di essere”. Insomma, non certo affetto e complimenti per l’ex protagonista della Serie A. Che magari con il Boca potrà vincere qualche trofeo. Ma che forse ha perso qualcosa di più importante…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy