You’ll Never Walk Alone: tifoso del Liverpool malato terminale va a Madrid in camper per vedere la finale

You’ll Never Walk Alone: tifoso del Liverpool malato terminale va a Madrid in camper per vedere la finale

Non è sempre facile spiegare a parole cos’è il tifo. Ma forse potrebbe riuscirci la storia un tifoso del Liverpool, sopravvissuto a Hillsbororugh e con un cancro in fase terminale, che raggiunge Madrid in camper per la finale di Champions League. Anche se il suo medico non è assolutamente d’accordo…

di Riccardo Stefani

Non è sempre facile per i tifosi spiegare a parole cos’è il tifo a coloro che non si interessano di calcio. Ma si può esemplificare grazie alle gesta di alcuni autentici eroi. Come quella di un tifoso del Liverpool, sopravvissuto a Hillsbororugh e con un cancro in fase terminale, che vola a Madrid per la finale di Champions League.

EROE – Will Owens è già nella capitale spagnola. Ma lui è un tifoso speciale perché purtroppo, lo scorso dicembre, a Will è stato diagnosticato un tumore in stato terminale. Da allora, il tifoso del Liverpool è stato costretto a letto, ha potuto seguire la sua squadra soltanto in televisione e pian piano che la stagione andava avanti ha sognato di vedere i ragazzi di Klopp  sollevare un trofeo al cielo. Purtroppo, in campionato non ha potuto esultare ma contestualmente, Will ha assistito alla scalata dei Reds alla Champions League. E ora non poteva aver altro desiderio se non quello di andare ad assistere a Madrid.

LA TRASFERTA GIUSTA – Will, sessant’anni, ha introdotto suo nipote Craig al tifo ed è stato lui a portarlo frequentemente ad Anfield. Ora Craig ha capito che è arrivato il momento di ricambiare il favore, aiutando suo zio a partire per quella che potrebbe essere la sua ultima trasferta europea. Forse, quella giusta. La figlia Lindsay ha detto al Liverpool Echo: “Mio padre non avrebbe accettato un no come risposta. Ha detto che sarebbe andato a Madrid a dispetto di tutto. I dottori gli hanno sconsigliato di andare e gli hanno spiegato che non avrebbe potuto prendere un aereo. Quindi con Craig sono andati in camper, così che potesse stare sdraiato durante il viaggio. Non sarà assicurato, avranno dovuto anche noleggiare una sedia a rotelle per aiutarlo a muoversi. Ma sta vivendo uno dei momenti più belli della sua vita“.

HA GIÀ VINTO – Will di vita ne ha una sola e, nella misura del possibile, vuole darla al Liverpool. Tra l’altro, il signor Owens, è uno dei fortunatissimi sopravvissuti alla strage di Hillsborough del 15 aprile 1989, quella che ha lasciato 96 vittime che nessun tifoso dei Reds potrà mai dimenticare. E quindi già una volta è riuscito nell’impresa di combinare in un momento di estrema difficoltà il suo amore per il Liverpool e quello per la vita stessa. La figlia ha spiegato che sono usciti dall’ospedale solo una settimana fa con l’eco delle parole dei dottori nelle orecchie che parlavano di “una questione di giorni“. Ora però, parola di Lindsay, il padre ha ripreso vitalità ed è felicissimo. “Spero solo che vincano“… E beh, visto l’amore di Will, il Liverpool, nella partita del tifo, parte con un po’ di vantaggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy