Watford, Deeney attacca Mazzarri: “Ha cercato di cedermi a mia insaputa”

Watford, Deeney attacca Mazzarri: “Ha cercato di cedermi a mia insaputa”

Troy Deeney, il ragazzo problematico divenuto bomber, è una delle stelle del sorprendente Watford, nonostante…Mazzarri. Il rapporto tra i due non è stato decisamente buono e l’attaccante lo racconta.

di Redazione Il Posticipo

Troy Deeney, il ragazzo problematico divenuto bomber, è una delle stelle del sorprendente Watford, che sotto la guida di Gracia sembra ben indirizzato per…diventare il nuovo Leicester. Del resto, le similitudini con Jamie Vardy ci sono eccome, anche se rispetto al centravanti delle Foxes, capitan Deeney ha una permanenza nel suo club molto più lunga. Al Watford dal 2010, nonostante…Mazzarri. Il tecnico italiano ha infatti guidato gli Hornets nella stagione 2016/17, terminata al diciassettesimo posto in Premier League. L’addio con il club non è stato ottimo, anche a causa di Deeney, una delle personalità dello spogliatoio con cui l’attuale allenatore del Torino è finito in contrasto.

CESSIONE – Al punto che Mazzarri, da quello che racconta l’attaccante del Watford a BBC Radio 5, avrebbe cercato di liberarsi di lui cedendolo senza informarlo della trattativa. “Non siamo andati d’accordo fin dall’inizio. Ho cercato di essere rispettoso come sempre, ma c’erano volte in cui segnavo, la squadra vinceva e la partita successiva ero in panchina. Quindi chiedevo se avessi fatto qualcosa di sbagliato, ma non ottenevo risposte. A gennaio ha cercato di vendermi, il che non mi è piaciuto. Quindi sono andato a chiedere se fossi sul mercato, mi è stato risposto di no, ma poi ho scoperto che stava cercando di cedermi alle mie spalle“.

LAVORO – Una situazione particolare, che ha portato Deeney a perdere anche la gioia di giocare a calcio. “Era diventato solo un lavoro. A volte mi sentivo bene se vincevamo, ma quando perdevamo era come se non fosse successo niente, mentre di solito una sconfitta dovrebbe rovinarti la settimana. E come capitano era diventato molto complicato trasmettere il messaggio che dovresti mostrare ai compagni e quelli che non giocano. Come potevo tenerli concentrati, quando probabilmente ero il primo a non esserlo?“. Alla fine, Mazzarri ha lasciato il club dopo una sola stagione e Deeney è ancora lì, a guidare l’attacco del Watford. Ma ora che ha raggiunto la vetta, il bomber si è tolto qualche sassolino…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy