VAR in Premier, si parte…per finta: 5 partite di prova, ma senza poter aiutare l’arbitro!

VAR in Premier, si parte…per finta: 5 partite di prova, ma senza poter aiutare l’arbitro!

Il prossimo weekend sarà storico per il campionato di Sua Maestà. Le cinque partite di sabato alle 15, l’orario sacro del calcio inglese, vedranno l’esordio della VAR in Premier League. O…quasi.

di Redazione Il Posticipo

L’Inghilterra non molla, ma perlomeno comincia a barcollare. In Italia e Germania siamo al secondo anno di VAR, la Spagna e la Francia hanno appena cominciato e ora resta solo da convincere i sudditi di Sua Maestà. Che, da buoni tradizionalisti del pallone, cercano di evitare qualsiasi ingerenza non gradita nelle regole che loro stessi hanno in gran parte contribuito a mettere su carta. Ma, come riporta la BBC, la resistenza scricchiola. E il prossimo weekend sarà storico da questo punto di vista. Le cinque partite di sabato alle 15, l’orario sacro del calcio inglese, vedranno l’esordio della VAR in Premier League. O…quasi.

INTRODUZIONE RITARDATA – Non si tratta di un debutto vero e proprio, perchè gli inglesi ci hanno già provato lo scorso anno in League Cup FA Cup, con tanto di caso da VAR in finale. Ma da quelle parti…la questione non è piaciuta. Troppo invasiva, blocca il flusso delle partite e non cancella totalmente la possibilità di errore. Bocciata. O almeno, ritardata. Ad aprile una riunione dei club della Premier ha impedito che si cominciasse a pieno regime in questa stagione, ma non ha potuto fermare la modernità. E quindi dall’hub centrale di Londra guarderanno con attenzione cinque partite in contemporanea. Senza però poter aiutare l’arbitro.

GUARDARE, MA NON AVVISARE – Guardare, analizzare, valutare, ma nessuna comunicazione con il direttore di gara o con chiunque sia in campo. Si tratterà dunque di un vero e proprio test, senza implicazioni pratiche, che dovrà “semplicemente” dimostrare che è possibile gestire più gare in contemporanea. Finora infatti le partite di FA Cup e di League Cup in cui è stata utilizzata la VAR non hanno mai avuto un “competitor” e tutti gli occhi degli ufficiali nell’hub erano su un solo terreno di gioco. E quindi, prima di decidere se approvare l’introduzione per la prossima stagione (anche perchè alcuni tecnici si sono già lamentati della mancanza della VAR), c’è da capire come andranno gestiti i momenti in cui giocheranno più squadre nello stesso momento. Un test che forse sarà fondamentale per capire quando, piuttosto che “se”, la VAR sarà implementata anche nel campionato più ricco del mondo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy