Fuori come VAR? – Errori (e orrori) da tutta Europa

Fuori come VAR? – Errori (e orrori) da tutta Europa

Oltre che in Italia, il VAR è sbarcato in molti altri campionati del Vecchio Continente. E anche lì non è che le cose vadano benissimo…

di Francesco Cavallini

Se qualcuno pensava che il VAR avrebbe risolto i problemi legati agli arbitraggi ha decisamente capito male. Anzi, le polemiche sono praticamente raddoppiate, coinvolgendo sia l’operato in campo dell’arbitro che le decisioni di chi rivede il tutto davanti al video. Aggiungere il fattore umano, shakerare per bene ed ecco che un bel cocktail di caos è servito. Ma chi pensa che tutto ciò sia limitato alla Serie A forse sbaglia ancora di più. Il VAR è sbarcato anche nella tradizionalista Premier League ed in una lunga serie di campionati europei. E anche in giro per il vecchio continente non è che le cose vadano benissimo…

Portogallo, tieni in alto la bandiera

Calcio piazzato, sponda, rete. In netto fuorigioco. Per carità, una svista succede a tutti, no? Tanto da questa stagione c’è il VAR anche in Portogallo ed il povero Boavista potrà perlomeno diminuire il passivo contro l’Aves quando il fischietto deputato rivedrà le immagini. E invece no, perchè la telecamera per il replay…è impallata. E, oltre il danno, la beffa, a bloccare la visuale proprio quando bisogna decidere dell’offside è un bel bandierone proprio del Boavista, che sventola a intervalli regolari davanti all’obiettivo, coprendo proprio il momento in cui il calciatore dell’Aves colpisce verso il compagno in offside. Fortunatamente la partita era già ampiamente decisa, altrimenti il molto riconoscibile tifoso proprietario dell’enorme vessillo rischiava grosso!

https://www.youtube.com/watch?v=zDGEKuw8cx4

VAR, protocollo Oranje

In Eredivisie invece scatta il più classico dei problemi di protocollo. Quando si usa il VAR? Se c’è una rete viziata da un fallo precedente, si può annullare? In Italia evidentemente sì (caso Mandzukic), in Olanda…vai a capire. Secondo il Roda, eliminato ai calci di rigore dal Willem II nella coppa nazionale, la risposta è no. I gialloneri si sono visti annullare la rete del 3-2 al minuto 82 dei tempi regolamentari per un fallo di mano a centrocampo nell’azione che ha portato alla marcatura. La dirigenza del Roda non l’ha presa bene ed ha fatto ricorso alla Federazione per ripetere la partita. Anzi, gli ultimi otto minuti partendo dal risultato maturato senza VAR, minacciando di rivolgersi alla magistratura ordinaria se la KNVB non accetterà la richiesta. Vedremo un po’ come andrà a finire…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy