Van Persie, non solo applausi… Arrivano insulti dai suoi ex tifosi: “Serpente traditore, sarai dimenticato!”

Van Persie, non solo applausi… Arrivano insulti dai suoi ex tifosi: “Serpente traditore, sarai dimenticato!”

Qualcosa rimane anche quando si appendono gli scarpini al chiodo. L’amore dei propri ex tifosi, quello resta. Così come l’odio sportivo. E persino l’ultima passerella da calciatore non serve a farlo dimenticare. Robin van Persie ne ha avuto la prova a poche ore dall’addio al campo…

di Redazione Il Posticipo

Il momento del ritiro è per un calciatore la fine di un’era. Niente più pallone da rincorrere, compagni di squadra con cui cercare di vincere e stop con l’adrenalina della competizione. Qualcosa però rimane anche quando si appendono gli scarpini al chiodo. L’amore dei propri ex tifosi, quello resta, anche a distanza di anni e di decenni. A meno di non averlo perso durante la carriera. O di non averlo addirittura trasformato in odio sportivo. Anche quello non va via e persino l’ultima passerella da calciatore non serve a farlo dimenticare. E Robin van Persie ne ha avuto la prova a poche ore dall’addio al campo.

TRADIMENTO – Cosa è successo all’olandese? Si è preso una scarica di insulti da parte dei suoi ex tifosi. Anzi, da parte di una ex tifoseria in particolare, quella dell’Arsenal. Che non ha mai accettato la scelta di Van Persie di lasciare l’Emirates e di volare, tradimento imperdonabile, al Manchester United di Sir Alex Ferguson. E se qualcuno pensava che al momento del ritiro i tifosi dei Gunners avrebbero preferito ricordare le gesta del tulipano con la maglia dell’Arsenal (con cui ha vinto una FA Cup), beh, si sbagliava di grosso. Anche perchè Van Persie ci ha messo del suo con un post molto controverso.

SERPENTE – Le maglie mash-up vanno molto di moda e qualcuno ne ha creata una per l’olandese, che unisse le quattro squadra con cui ha giocato: Feyenoord, Arsenal, United e Fenerbahce. Pessima idea, perchè da Londra Nord sono volati numerosi insulti per aver affiancato la maglia dei Gunners a quella dei Red Devils. “Non sei mai stato veramente un giocatore dell’Arsenal”. Ma anche “ci hai lasciato per lo United, sarai dimenticato”. Per non parlare, come riporta il Sun, del proliferare delle emoticon con il serpente a sonagli, a cui Van Persie viene associato. Decisamente un altro registro rispetto alla festa che i tifosi del Feyenoord gli hanno tributato per la sua ultima partita. Ma del resto, non si può mica piacere a tutti, no?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy