Un ex collaboratore di Ferguson ammette: “Il Manchester United avrebbe dovuto fare qualsiasi cosa per prendere… Guardiola”

Un ex collaboratore di Ferguson ammette: “Il Manchester United avrebbe dovuto fare qualsiasi cosa per prendere… Guardiola”

Secondo René Meulensteen, ex collaboratore di Ferguson, per rimpiazzare il leggendario allenatore, lo United avrebbe dovuto fare di tutto per assumere Pep Guardiola. E dire che era anche uno dei nomi sulla lista…

di Redazione Il Posticipo

Qual è la squadra di Premier League che ha vinto più titoli nazionali di tutte? Il Manchester United. Dei 20 massimi trofei nazionali, ben 13 sono arrivati dal 1993 al 2013 e questa statistica ha un significato ben preciso riassumibile in tre parole: “Sir”, “Alex” e “Ferguson”. In questi ultimi anni di non troppe gioie, sono molti i tifosi e gli opinionisti che hanno concordato su un semplice punto: Ferguson non è mai stato sostituito adeguatamente. Eppure di bravi allenatori ne sono passati molti dal 2013 ad oggi in quel dell’Old Trafford ma nessuno è riuscito ad imprimere alla squadra la stessa forza e la stessa identità che le aveva dato lo scozzese. Un ex collaboratore di Feguson è sicuro: “Lo United avrebbe dovuto fare tutto ciò che era in suo potere per prendere Guardiola“.

AVREI FATTO DI TUTTO – E dire che l’attuale allenatore del Manchester City ha appena vinto il derby decisivo per il sorpasso al vertice ai danni del Liverpool. Chissà come sarebbero andate le cose con il catalano sulla panchina dei Red Devils al posto dei vari Moyes, Van Gaal, Mourinho e Solskjaer. René Meulensteen, ex membro dello staff tecnico del Manchester United dell’era Ferguson, spiega il suo punto di vista a Stadium Astro: “Avrei fatto tutto ciò che era in mio potere per portare Pep Guardiola al Manchester United“. Tra l’altro, spiega il Manchester Evening News, Guardiola era uno dei nomi sulla lista della società per sostituire Ferguson ma proprio in quell’anno, forse complice l’inattività del club su di lui, ha firmato per il Bayern Monaco.

I MOTIVI – Sì, è vero che l’allenatore spagnolo è considerato uno dei migliori al mondo ma perché proprio lui sarebbe stato il miglior sostituto possibile secondo Meulensteen? Non solo per la sua fama di vincente, non solo per il suo carisma – sebbene diverso per tipologia da quello di Fergie – ma anche e soprattutto per via della filosofia di gioco: “Penso che la sua filosofia sia molto vicina a quella che abbiamo sempre cercato dal punto di vista offensivo“. Ma per quanto riguarda l’organico? “Se Ferguson fosse ancora al comando, credo che ci sarebbero stati due, tre o quattro cambiamenti. Alcuni giocatori se ne sarebbero andati ma il club sarebbe andato avanti lo stesso. Credo che quella sia la cosa migliore per un club“. Il collaboratore olandese di Ferguson, invece di veder arrivare Guardiola con gioia, non ha fatto nemmeno in tempo a salutare David Moyes ed è stato sostituito dal personale portato dall’ex allenatore dell’Everton. Come sarebbe andata con Pep? Chissà!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy