Ultima partita con l’Ajax, la toccante richiesta di De Jong all’arbitro: “Per favore, puoi aggiungere un po’ di recupero? Voglio…”

Ultima partita con l’Ajax, la toccante richiesta di De Jong all’arbitro: “Per favore, puoi aggiungere un po’ di recupero? Voglio…”

Dire addio alla propria squadra del cuore è difficile. Chiedere a De Jong, che per indossare la maglia dell’Ajax per qualche secondo in più, ha chiesto all’arbitro di allungare la partita.

di Redazione Il Posticipo

A volte, le scelte di un calciatore vanno al di là del proprio cuore, specie quando si gioca in un campionato definito minore. La vicenda è quella di Frankie De Jong, stella dell’Ajax, prossimo a vestire la maglia del Barcellona, che lo ha acquistato per 75 milioni di euro più 11 milioni di bonus. Il talento olandese, nonostante la grande voglia di vestire la maglia blaugrana, ha fatto di tutto per tenersi addosso la maglia dei Lancieri il più a lungo possibile.

SECONDI – Questione di secondi, giusto il tempo per godersi la propria squadra ed il proprio pubblico per qualche attimo in più. Nell’ultima partita giocata dall’Ajax in campionato, come testimonia un video che è già virale, De Jong, alla sua ultima apparizione, ha chiesto all’arbitro, pronto a fischiare la fine della gara, di allungare il match per qualche minuto ancora, per tenersi addosso una maglia che ha tatuata sulla pelle. “Puoi aggiungere un po’ di recupero, per favore? Voglio giocare il più a lungo possibile…”, questa la traduzione di Give Me Sport, Difficile, senza dubbio, dire addio alla squadra che lo ha presentato al mondo calcistico, e che ha riportato alla vittoria del campionato dopo ben cinque anni di attesa.

TIFOSI – I tifosi, passata l’amarezza per essere costretti a dirgli addio, sono tutti dalla sua parte. Una mentalità diversa da quella a cui a volte si assiste in altre lidi. Lasciare l’Ajax per andare in una delle squadre migliori al mondo, è un passo inevitabile per la crescita del calciatore. E i supporter biancorossi sono tutti dalla sua parte, come i festeggiamenti per il campionato vinto dimostrano: De Jong con il microfono in mano ad intonare un coro, centomila persone a saltare seguendo il ritmo del calciatore. Stesso discorso, ma con meno persone, all’aeroporto: Frankie a saltare con la sciarpa in mano, i tifosi, in basso, a saltare ed augurargli buona fortuna a Barcellona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy