Tuchel si lamenta…per la mancata sudditanza! “Al Real o al Barça non darebbero mai tre rigori contro nella stessa partita…”

Tuchel si lamenta…per la mancata sudditanza! “Al Real o al Barça non darebbero mai tre rigori contro nella stessa partita…”

Tuchel è arrabbiato perchè il PSG ha perso in Coppa di Lega? Sì, ma soprattutto perchè l’arbitro…si è permesso di fischiare tre rigori contro la sua squadra. Un qualcosa che contro le grandi succede molto di rado…

di Redazione Il Posticipo

Bisogna saper perdere, ma evidentemente alcune squadre non hanno questa capacità. Non per mentalità o per scelta, ma perchè in fondo quando si è palesemente più forti degli altri, a volte ci vuole davvero tanto per assaporare di nuovo il sapore della sconfitta. Che però fa comunque arrabbiare. Anzi, forse più delle altre. Considerando che il PSG ha vinto tutte le Coppe di Lega dalla stagione 2013/14 a quella passata, si fa presto a capire che la squadra parigina non perdeva da molto tempo nella seconda competizione domestica. Ed probabilmente per questo che Tuchel si è letteralmente imbufalito, giusto? Beh, forse no.

TRE RIGORI – La cosa che ha fatto arrabbiare il tecnico del PSG non è tanto il risultato nel match contro il Guingamp e l’eliminazione precoce da una competizione che si poteva (anzi, si doveva) vincere, vista la qualità della rosa a sua disposizione. Il problema…sono i calci di rigore fischiati contro la sua squadra. Ben tre nella stessa partita, due realizzati e uno sbagliato da Thuram, che però si è rifatto segnando quello a tempo scaduto che è valso il passaggio del turno al fanalino di coda della Ligue 1. Tre penalty sono tanti. Una rarità, soprattutto per squadre importanti. E come riporta Marca, Tuchel al riguardo fa un discorso…strano, che sembra legittimare i sospetti di molti sulla presunta sudditanza psicologica.

BLASONE – “Al Real Madrid o al Barcellona o al Bayern non potrebbero mai fischiare tre rigori contro nella stessa partita. Non sarebbe possibile. Non esiste, una squadra non può entrare tre volte nell’area del Bayern e gli danno tre rigori. Ma oggi qui è stato possibile”. Quindi il numero di rigori dipende dal blasone della squadra a cui vengono fischiati contro? Questo Tuchel non lo spiega, ma il discorso…è un po’ arrogante. Il penalty che l’ha mandato su tutte le furie è il secondo, quello che ha portato il match sull’1-1. “Del secondo rigore neanche voglio parlarne, perchè divento matto. Non è rigore, non c’è fallo, assolutamente. L’arbitro l’ha rivisto alla VAR e anche così l’ha fischiato. Tutto il mondo si sarà chiesto se si stava divertendo a fare una cosa del genere contro di noi. Non è possibile fischiare un rigore del genere”. Sarà, ma finchè non cambiano le regole, rigore è quando arbitro fischia. E pazienza se ti chiami Real, Barça o…PSG.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy