Totò Schillaci si racconta: i ritiri, il sesso e…una testata a Roby Baggio

Totò Schillaci si racconta: i ritiri, il sesso e…una testata a Roby Baggio

In un’intervista radiofonica, l’ex azzurro ha spiegato il suo rapporto con i ritiri, con il sesso e soprattutto ha raccontato un aneddoto dei tempi della Juventus, quando i due grandi protagonisti di Italia ’90 facevano coppia in bianconero.

di Redazione Il Posticipo

“Roberto Baggio? Il miglior giocatore italiano, come lui non ce ne sono più in giro. Ma io…gli ho dato una testata”. Parola di Totò Schillaci, intervistato nella trasmissione I Lunatici di Radio 2. L’ex azzurro ha spiegato il suo rapporto con i ritiri, con il sesso e soprattutto ha raccontato un aneddoto dei tempi della Juventus, quando i due grandi protagonisti di Italia ’90 facevano coppia in bianconero, oltre ad aver stupito il mondo con la maglia della Nazionale.

TESTATA – Tutto nasce da uno scherzo del Divin Codino all’eroe delle Notti Magiche. “Eravamo alla Juventus, io stavo vivendo un periodo difficile, ero appena uscito da una separazione e venivo contestato negli stadi, ovunque andassi. Una mattina io stavo leggendo il giornale e Roberto ha cominciato a scherzare. Con il piede cercava di farmi cadere il giornale e mi sfiorava il viso. Io continuavo a ripetergli ‘fermo che mi fai male’. Lui ha continuato, io mi sono alzato e gli ho dato una testata. Una testata innocua eh, non è che gli ho fatto male. E abbiamo fatto subito pace”.

PROFESSIONISTA – L’unico episodio, parola di Schillaci, ad aver macchiato la sua vita da professionista. Per il resto, Totò si dichiara irreprensibile e, a differenza di molti colleghi, non aveva problemi con i famigerati ritiri. “I ritiri si fanno per fare gruppo, preparare le partite e fare una giusta alimentazione. Poi sta al giocatore comportarsi da professionista, c’è chi scappava di notte, non è che l’allenatore sta lì e controlla. Io non l’ho mai fatto”. E anche l’astinenza dal sesso non ha mai colpito più di tanto l’attaccante. “Il sesso a volte aiuta a scaricare, ma farlo costantemente non ti aiuta in campo. Quindi io lo facevo in determinati giorni della settimana, poi pensavo solo alla partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy