Tommaso, il magazziniere del Napoli, ufficializza l’addio di Hamsik

Tommaso, il magazziniere del Napoli, ufficializza l’addio di Hamsik

Tommaso è il magazziniere più social del campionato. E capita che a volte regali persino l’ufficialità di notizie di mercato sinora solo trapelate. Tommaso Starace, al Napoli, è una istituzione. È l’uomo del caffè. Che, con ogni probabilità, non verserà più ad Hamsik…

di Redazione Il Posticipo

Tommaso è il magazziniere più social del campionato. E capita che a volte regali persino l’ufficialità di notizie di mercato sinora solo trapelate. Tommaso Starace, al Napoli, è più di un impiegato. È una istituzione. È l’uomo del caffè. Che, con ogni probabilità, non verserà più ad Hamsik.

ADDIO – L’addio del centrocampista e capitano azzurro è stato di fatto certificato da Tommaso che con il suo tweet sancisce, a meno di altre novità inaspettate, l’addio dello slovacco. Destinazione Cina, lontano migliaia di chilometri dal golfo. Il marekiaro è un po’ meno limpido, a Napoli, ma è anche il segno del tempo che passa. L’inizio di un nuovo ciclo.

PANTA REI – Tutto passa, tranne…il caffè di Tommaso. La storia del magazziniere è tutta da raccontare. È il pludirecorato della storia azzurra. Presente sin dai primi anni ’80, quando il Napoli studiava per laurearsi Campione d’Italia. Magazziniere sì, ma anche parte più intima del gruppo: uno che vive e respira a pieni polmoni l’olio canforato e gli umori dello spogliatoio, addolciti con la classica “tazzulella”. Espresso, rigorosamente con la macchinetta. Altro che bar.

AMATISSIMO – Al Napoli, con ogni probabilità, gli si perdonerà di aver…spifferato. Del resto, si tratta, per restare in tema, del segreto di Pulcinella. Starace avrà anche ufficializzato una trattativa di mercato ma le cronache napoletane lo descrivono come uno dei più fedeli e attenti custodi dei segreti dello spogliatoio. Higuain ha ammesso di sentirne la mancanza e non solo per l’aroma del caffè che inebriava lo spogliatoio. Mertens gli ha dedicato un gol descrivendolo come “Una delle tante persone che lavorano dietro le quinte e che sono fondamentali per la squadra”. Tutto passa, il caffè resta. E dopo averlo versato a Maradona e Hamsik, toccherà, con ogni probabilità, a Insigne berlo da capitano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy