Tifoso del Liverpool scomparso a Madrid, la famiglia dà l’allarme ma ecco perché non lo trovano…

Tifoso del Liverpool scomparso a Madrid, la famiglia dà l’allarme ma ecco perché non lo trovano…

Una famiglia inglese è preoccupata dalla tarda serata di sabato: un ragazzo è scomparso a Madrid e non si hanno più sue notizie. Lanciato l’appello dai media inglesi si scopre che è… in carcere per aggressione e ubriachezza!

di Redazione Il Posticipo

Metti una sera… dopo cena, parecchio dopo cena, a Madrid, si gironzola per il centro contentissimi per la vittoria della Champions League della propria squadra. Madrid è una città piuttosto grande e sabato sera c’era davvero tantissima gente. È facile perdersi di vista. Succede, così, che il signor Negus si perda uno dei suoi tre figli, il ventitreenne McAuley. Il ragazzo è sparito e la famiglia, tramite i social media, lancia l’allarme ma… è normale che non l’abbia visto nessuno in giro per Madrid: era in carcere.

DIETRO LE SBARRE – Già, stando a quanto riporta il quotidiano sportivo Marca, il ragazzo era irreperibile e introvabile perché, dopo aver cominciato un litigio con degli agenti di polizia, li ha aggrediti. Il giovane era in evidente stato confusionale, si presume l’abuso di alcolici o l’uso di sostanze stupefacenti, e in seguito all’allarme lanciato dalla famiglia sui social network, la polizia nazionale ha confermato che il ragazzo è stato arrestato domenica mattina e che, attualmente si trova nel tribunale di Plaza de Castilla. Allarme rientrato, più o meno. Di certo, la famiglia Negus, ora, può stare più serena nel senso che, almeno, sa esattamente dove si trova il figlio ventitreenne. Ma forse non è proprio il massimo rasserenarsi alla notizia che il proprio figliuolo è dietro le sbarre.

IL SEGNO – La polizia, tra l’altro, ha tento a diramare dei dati piuttosto allarmanti che riguardano le ore precedenti e successive alla finale di Champions League del Wanda Metropolitano: si parla di almeno 15 arresti, dei quali molti sono per disordini vari e aggressioni. Le autorità, comunque, precisano che il bilancio non è così grave, in quanto a eventuali danni a beni o persone apportati nella notte tra sabato e domenica. Ma va comunque registrato il preoccupante dato che più di un agente di polizia ha dovuto passare la mattinata di domenica a farsi medicare alla clinica Asepeyo di Madrid. Insomma, è comprensibile che per la gioia ci siano comportamenti un po’ sopra le righe ma forse, anche stavolta come spesso accade, si è un po’ passato il segno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy