Suarez, dopo il gol subito “come i ragazzini”…tutti lo prendono in giro ritoccando il suo tatuaggio!

Suarez, dopo il gol subito “come i ragazzini”…tutti lo prendono in giro ritoccando il suo tatuaggio!

L’ex attaccante dei Reds è uscito con le ossa rotte da Anfield e ha attaccato i suoi compagni di squadra per il gol del 4-0 costato l’eliminazione al Barcellona. E nel frattempo sui social qualcuno si è preso gioco di lui ritoccando il suo tatuaggio…

di Redazione Il Posticipo

Il ritorno di Luis Suarez ad Anfield è stato un vero incubo: il Barcellona è stato letteralmente umiliato dal Liverpool di Jürgen Klopp. Al fischio finale l’attaccante uruguaiano è stato durissimo nei confronti dei suoi compagni di squadra per il quarto gol preso costato carissimo dopo il 3-0 dell’andata. Sui social qualcuno si è divertito ad affondare il coltello nella piega nei confronti di Suarez… ritoccando il suo tatuaggio con le quattro dita!

DERISO – I tifosi del Liverpool non sono stati affatto teneri nei confronti dell’attaccante uruguaiano tornato ad Anfield per la prima volta dopo due anni e mezzi coi Reds: su Twitter infatti è diventata virale una foto del tatuaggio che Suarez ha sotto l’orecchio e in cui sono rappresentate tre dita, suo marchio di fabbrica. Qualcuno gli ha scritto: provocatoriamente: “Ora puoi completarlo” con un chiarissimo riferimento al poker strepitoso servito dalla squadra di Klopp. Nella mente dei supporter del Liverpool è freschissimo il ricordo di quanto accaduto all’andata, quando l’attaccante ha esultato dopo aver segnato per primo nel 3-0 all’andata… vanificato dal 4-0 della gara di ritorno!

FURIOSO – Al fischio finale Suarez si è infuriato coi suoi compagni di squadra sorpresi dal Liverpool, autore di una delle imprese più grandi della storia della Champions League. All’attaccante non è andato giù il quarto gol preso dalla sua squadra a dieci minuti dalla fine, quando sugli sviluppi di un calcio piazzato Trent Alexander-Arnold ha sfruttato la disattenzione difensiva catalana e piazzato in area un assist veloce per Divock Origi autore del gol-qualificazione. Stando a quanto riportato da Express, l’attaccante è stato molto duro: “Dobbiamo fare autocritica, siamo adulti, giochiamo da molti anni a questi livelli. Siamo il Barcellona, ​​non possiamo concedere una doppietta in due minuti e poi il quarto gol preso è una cosa da ragazzini”. Per la gioia del mago Jürgen Klopp!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy