Il Mago Allegri sbatte contro le cose…Semplici

Il Mago Allegri sbatte contro le cose…Semplici

Il calcio è strano: la Juve sbanca Wembley ma non il “Mazza”. SPAL..lata al campionato in testa e in cosa. Tutto riaperto.

di Redazione Il Posticipo

Impresa della SPAL. Il mago Allegri sbatte contro le cose…semplici. Gli estensi portano a casa un punto (otto nelle ultime quattro campionato riaperto in testa e in coda grazie ai ferraresi) praticando un calcio vecchie maniere cui Allegri non trova le contromisure.

Alla Juventus non riescono le cose…Semplici

La Juve ha il comando del gioco e del campo ma non innesta le marce alte. La fotografia del match è nel minuto finale. Un assalto disperato più che ordinato. È troppo. Allegri aveva inserito Bentancur proprio per restituire ordine e lucidità alla squadra, che invece lo “tradisce”. Al punto da abbandonare il campo a venti secondi dal fischio finale. Mai successo prima. È un segnale importante. Di solito il tecnico toscano, quando il risultato è in bilico e serve la scossa, “impazzisce”. Quasi spinge fisicamente, con il corpo i suoi. Invece, questa volta, niente. Un silenzio che vale più di mille parole e altrettanti gesti.

Allegri ha provato a correggere la Juve

Allegri ha anche provato a ridisegnare la squadra. Prima in attacco, inserendo la punta in più, sfruttando anche Mandzukic come ariete, poi a centrocampo, con Bentancur. Nessuna scossa, solo un flebile cambio di ritmo, esauritosi in uno sterile possesso palla. La squadra però è apparsa stanca, quasi svuotata. La fotografia di una Juventus che non cambia ritmo, non trova soluzioni alternative e non fa circolare la palla con la giusta velocità, cercando soluzioni personali troppo insistite. La SPAL fa ciò che può e deve: si sistema compatta con concentrazione, abnegazione e…senza vergogna. Nessun tiro verso la porta bianconero. Cosa importa? Il calcio vecchie maniere paga. Il fortino regge. Complice una Juventus stanca. Forse bloccata. Influenzata dal sorteggio?

Effetto Champions?

Possibile che l’effetto Europa e la “Real rivincita” abbia già influito sulla teste e nelle gambe dei bianconeri? La notte di Ferrara lascia in eredità la sensazione che la Juventus si sia inceppata. Proprio nella sfida susseguente il sorteggio che propone il “remake” di Cardiff. È un caso? L’unica certezza è che i bianconeri saranno molto più impegnati, da un punto di vista psicofisico, del Napoli che insegue. Quanto basta per riaprire il campionato?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy