Solskjaer tira fuori…l’asciugacapelli: Martial perde l’aereo e si becca la prima lavata di testa!

Solskjaer tira fuori…l’asciugacapelli: Martial perde l’aereo e si becca la prima lavata di testa!

Chi pensava che il norvegese fosse qualcuno di cui approfittarsi, beh, ha capito male. E lo ha imparato a sue spese Anthony Martial, il primo a beccarsi il celeberrimo trattamento dell’asciugacapelli di…fergusoniana memoria.

di Redazione Il Posticipo

Ole Gunnar Solskjaer è arrivato per “normalizzare” la situazione al Manchester United, sostituendo una figura come quella di Mourinho, che ormai era decisamente diventata indigesta…persino al personale della cucina del centro sportivo, volendo citare l’ultima dichiarazione di Wayne Rooney. E in effetti le prime apparizioni del tecnico ad interim dei Red Devils, tra sorrisi e cioccolata regalata alle impiegate, sembravano far pensare a una vera e propria operazione simpatia. Ma da qui a pensare che il norvegese sia qualcuno di cui approfittarsi, beh, ce ne passa. E lo ha imparato a sue spese Anthony Martial, il primo a beccarsi il celeberrimo trattamento dell’asciugacapelli di…fergusoniana memoria.

RITARDO – Colpa di un volo in ritardo, almeno da quel che riporta il Sun. Il transalpino non si è presentato in orario all’allenamento di Natale, mandando su tutte le furie Solskjaer, che pure aveva anche spostato la seduta alle 6 di pomeriggio per venire incontro alle necessità dei suoi calciatori. Ma il francese, volato a casa per stare vicino alla sua compagna e al figlio (proprio quello per cui Martial aveva già litigato con Mourinho in estate), non è riuscito a tornare in tempo in Inghilterra. E di colpo, al posto dell’affabile Ole Gunnar, con gli occhi azzurri e il sorriso tranquillizzante, è comparso…l’assassino.

ASCIUGACAPELLI – Del resto, visto il soprannome, a Manchester lo sanno che quella faccia da bambino nasconde un carattere forte. E come era sul campo, così è anche in panchina. Il Sun riporta che Solskjaer ha spiegato chiaro e tondo a Martial che non accetterà altri ritardi e che era già a conoscenza di altri episodi in cui il francese ci aveva…messo un po’ troppo a tornare da un periodo passato assieme alla sua famiglia. Certo, poi in conferenza stampa il norvegese ha cercato di calmare le acque, confermando che farà di tutto per prolungare il contratto di Martial, già allungato automaticamente fino al 2020 negli ultimi giorni dell’era Mourinho. Ma il messaggio è chiaro: per chi sbaglia, arriva l’asciugacapelli!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy