Solari nella bufera per una frase sgradita: i tifosi chiedono l’esonero e qualcuno…invoca “Don Josè”

Solari nella bufera per una frase sgradita: i tifosi chiedono l’esonero e qualcuno…invoca “Don Josè”

Al Real Madrid non c’è neanche da provare a sottolineare che la posizione in classifica è migliorata. Lo sta imparando a sue spese Solari, che nella conferenza stampa che precede il match contro la Real Sociedad, fa un paio di commenti, soprattutto quello sui pareggi, che forse avrebbe fatto meglio a tenere per sè.

di Redazione Il Posticipo

Al Real Madrid le cose non vanno bene. E non c’è neanche da provare a sottolineare che comunque, rispetto all’era Lopetegui sono migliorati i numeri e la posizione in classifica. Lo sta imparando a sue spese Santiago Solari, che nella conferenza stampa che precede il match contro la Real Sociedad, e che soprattutto segue il deludente 2-2 contro il Villarreal, fa un paio di commenti, riportati dalle maggiori testate spagnole, che forse avrebbe fatto meglio a tenere per sè.

POSIZIONE – Il primo, quello sulla classifica, fa già ribollire il sangue ai tifosi delle Merengues. “Siamo contenti, siamo passati dal nono al quarto posto, non è stato facile”. Un ottimo risultato per qualsiasi altra squadra, forse, ma non certo per il Real Madrid. E sui social network i tifosi si scatenano. “Non merita di passare un minuto in più sulla panchina del Real”. Ma anche chi non ha particolarmente a cuore le sorti della Casa Blanca non può non ammettere che una dichiarazione del genere stride (e parecchio) con la filosofia che vige dalle parti del Santiago Bernabeu… “Quello che parla è l’allenatore del Real Madrid. Vi prego, IL REAL MADRID, figli miei!”. Insomma, non un concetto che è piaciuto, al punto che arriva anche un “Don Josè salvaci tu”, dritto dritto per Mou.

PAREGGI – Ma la frase sulla classifica non crea caos quanto la seconda dichiarazione, quella sulle partite terminate con il segno X. “Non bisogna sottovalutare i pareggi”. Apriti cielo, la possibilità che il tecnico del Real apprezzi una partita quasi vinta e gettata alle ortiche con soli 10 minuti da giocare ha mandato su tutte le furie la aficion madridista. “Se i valori del Real fossero rispettati, oggi stesso annuncerebbero il suo esonero”, chiosa un tifoso. E qualcun altro ricorda un altro esonero storico per una frase…abbastanza simile. “Nel dicembre 2008 Schuster dice che ‘non è possibile vincere al Camp Nou’ e viene licenziato il giorno seguente”. E persino sui giornali arrivano critiche pesanti. Addirittura Marca, non certo una roccaforte dell’anti-madridismo, vede uno dei suoi storici redattori bacchettare Solari: “Ci sono frasi che l’allenatore del Real non può permettersi di dire”. Cosa succederà al prossimo…pareggio? Chissà, forse il tecnico non ha proprio voglia di saperlo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy