Sergio Ramos ci ripensa: per lui niente più Cina…

Sergio Ramos ci ripensa: per lui niente più Cina…

Al cuore non si comanda. Di conseguenza, il matrimonio tra Sergio Ramos e il Real Madrid sembra destinato a durare ancora a lungo…

di Redazione Il Posticipo

Al cuore non si comanda. Di conseguenza, il matrimonio tra Sergio Ramos e il Real Madrid sembra destinato a durare ancora a lungo. E la Cina? Gli scontri con Perez? La voglia di lasciare il Bernabeu? Tutto cancellato da un semplice incontro tra El Presi ed El Gran Capitan. Per il bene della Casa Blanca, che entrambi rappresentano, sia il calciatore che il grande capo sarebbero tornati sui propri passi. E come riporta Deportes Cuatro, anche la prossima stagione sarà l’andaluso a indossare la fascia da capitano delle Merengues. Sorpresa? Neanche troppo.

LITE PUBBLICA – Del resto non è la prima volta che ci sono frizioni tra Ramos e Perez, ma mai come in questo caso tutto era diventato pubblico. Un po’ troppo pubblico, considerando che è stato proprio il presidente a spiegare che il difensore ha fatto richiesta di rescissione consensuale per poter accettare offerte dalla Cina. Al di là del fatto che la richiesta è stata (ovviamente) negata, una dichiarazione del genere da parte del numero uno della Casa Blanca sembrava poter sancire l’ufficialità dell’addio del Gran Capitan. Un colpo che, dopo le scosse telluriche causate dalla partenza di Cristiano Ronaldo (che al Real non sembrano aver ancora assorbito a dovere), rischiava di affondare una nave che già nella stagione appena terminata tutto è stata fuorchè sicura.

RIPENSAMENTO – Una richiesta, quella di andarsene gratis, che secondo la testata spagnola sarebbe stata fatta in un momento di rabbia. Del resto, Perez aveva accusato tra tutti proprio Ramos, che si era fatto squalificare per il ritorno di Champions contro l’Ajax, del fallimento della campagna europea del Real e dell’annata decisamente sottotono della squadra. E a quel punto il difensore avrebbe chiesto di poter lasciare il Bernabeu. Salvo poi ragionare a bocce ferme e a mente un po’ più lucida. E decidere di non ascoltare nessuna offerta, nè dalla Cina nè da altrove. Non è ancora tempo di svernare in Oriente, dunque. O almeno…non lo sarà fino alla prossima litigata!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy