Saul, il campione “dimenticato” che fa sognare la Spagna…e Mourinho

Saul, il campione “dimenticato” che fa sognare la Spagna…e Mourinho

Zero minuti in Russia. E a questo punto, Fernando Hierro dovrà spiegare a tutti il perchè. Del resto, se la Spagna mondiale poteva fare a meno di Saul Niguez, quella rinnovata di Luis Enrique riparte proprio dal centrocampista dell’Atletico Madrid per il suo nuovo ciclo. E lo Special One guarda interessato…

di Redazione Il Posticipo

Zero minuti in Russia. E a questo punto, Fernando Hierro dovrà spiegare a tutti il perchè. Del resto, se la Spagna mondiale poteva fare a meno di Saul Niguez, quella rinnovata di Luis Enrique, senza più Piquè e Iniesta, riparte proprio dal centrocampista dell’Atletico Madrid per il suo nuovo ciclo. E il ragazzo ci sta prendendo gusto. Che il classe 1994 fosse fuori categoria, si era già capito ai tempi dell’Europeo Under-21, in cui si è laureato capocannoniere, complice una tripletta all’Italia in semifinale. Strano per chi gioca a centrocampo, ma non troppo per Saul. Che vede la porta e la centra spesso, con colpi impossibili. Trovare un suo gol brutto sta diventando davvero un’impresa.

SAUL – Tutto ciò non può che rendere il centrocampista dell’Atletico Madrid uno dei calciatori più seguiti in Europa, pronto a scrivere la sua storia con il club così come con la Nazionale. Nonostante lo zero nella casella dei minuti di gioco nel mondiale in Russia, in queste prime uscite nella Nations League, Saul sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter guidare la Roja. Due gol in due partite complicate, contro due protagoniste del Mondiale che ha vissuto da spettatore. Il primo a Wembley, contro l’Inghilterra, il secondo contro la Croazia finalista, ad Elche, la sua città. Normale dunque che il ragazzo abbia un ammiratore Special…One. Mourinho considera la stella dei Colchoneros uno dei più grandi centrocampisti in circolazione, e secondo AS ha chiesto ai suoi dirigenti di pagare, se necessario, i 150 milioni della clausola rescissoria da versare all’Atletico per la sua libertà.

POGBA – Tutto, ovviamente, gira intorno a Paul Pogba, stella del centrocampo del Manchester United che, con la maglia dei Red Devils addosso, raramente ha espresso in pieno tutte le proprie qualità. La classe del centrocampista francese è fuori discussione; il problema, probabilmente, è che sotto gli ordini di Mourinho non riesce ad esprimersi al meglio. Durante l’estate, è apparsa evidente la voglia del calciatore di fare chiarezza sul proprio futuro, con lo stesso Pogba che si è espresso più volte ai microfoni confermando il malcontento. Il Barcellona e la Juventus, sua ex squadra, sono le società che più di tutte sono state accostate al campione del mondo. Nel caso una trattativa portasse Pogba via da Manchester, Mourinho ha già pronto il piano di riserva. E la Nations League potrebbe convincerlo ulteriormente di aver fatto la scelta giusta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy