Sarri come Mou? Neville sicuro: “Potrebbero esonerarlo nelle prossime ore, ma è uno sbaglio!”

Sarri come Mou? Neville sicuro: “Potrebbero esonerarlo nelle prossime ore, ma è uno sbaglio!”

L’ex difensore del Manchester United, oggi opinionista, considera la posizione del tecnico italiano a rischio dopo l’umiliazione subita in casa di Pep Guardiola. Neville però ha le sue buoni ragioni per difendere l’allenatore del Chelsea.

di Redazione Il Posticipo

Adesso per Maurizio Sarri è veramente dura. Il tecnico del Chelsea è uscito dall’Etihad Stadium a testa bassa e senza salutare nemmeno il suo amico Pep Guardiola. Una domenica che potrebbe costare molto cara al tecnico dei Blues sul brevissimo periodo. In fondo la storia dei Blues è piena di licenziamenti in tronco a stagione in corso: ne sanno qualcosa José Mourinho (via nel dicembre 2015), André Villas-Boas (out nel marzo 2012) e Felipe Scolari (esonerato nel febbraio 2009). La dura legge dell’esonero in corsa non ha risparmiato nemmeno Roberto Di Matteo, mandato via nel novembre 2012 dopo aver vinto la Champions League qualche mese prima. Insomma, se il club decisesse di esonerare Sarri adesso ci sarebbe ben poco da sorprendersi… secondo Gary Neville!

NESSUNA SORPRESA – L’ex difensore del Manchester United è stato molto schietto ai microfoni del Daily Mail a proposito della situazione dell’allenatore italiano arrivato a Londra la scorsa estate: “Il Chelsea è un tipo di club che non ti sorprenderà se domani ti svegli e scopri che ha cambiato allenatore. Gli sfoghi di Sarri? Se fa queste uscite pubbliche significa che la situazione all’interno probabilmente non è così bella”. Ma qualche motivo per sostenere il profilo dell’allenatore italiano c’è ancora nonostante le due ultime trasferte da incubo: prima del 6-0 sul campo del Manchester City c’era stato il 4-0 col Bournemouth. In entrambi i casi il Chelsea non ha segnato nemmeno un gol.

NEVILLE STA CON SARRI – L’ex capitano dei Red Devils crede che esonerare adesso il tecnico sarebbe un grosso errore: “Se la proprietà vuole davvero un livello superiore del proprio calcio, allora dovrà passare attraverso il cambiamento e questi momenti difficili. Adesso non è il momento di diventare deboli, nelle prossime ore vedremo se il Chelsea avrà la convinzione di continuare a farlo”. A remare contro Sarri però sembra essere anche il calendario. Dopo la trasferta sul campo del Malmö valida per l’andata dei sedicesimi di Europa League, agli ottavi di FA Cup i Blues sfideranno in casa il Manchester United: un’altra figuraccia potrebbe costare carissima all’allenatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy