Salisburgo – Napoli fra presente e passato: pizzini in A4 e twitter

Salisburgo – Napoli fra presente e passato: pizzini in A4 e twitter

in piena era 2.0 il Salisburgo fa notizia per come “messaggia” in campo dove l’uso della tecnologia, per quanto riguarda le comunicazioni fra campo e panchina, è vietato. E allora si risolve con un pizzino. Il formato A4 è eccessivo ma non c’è problema…

di Redazione Il Posticipo

In piena era 2.0 in campo l’unica tecnologia permessa riguarda la moviola in campo e la goal line technology. Non certo, le comunicazioni in campo. E allora, ci si arrangia come si può… come successo durante Napoli –Salisburgo.

PIZZINO – Nei minuti finali della sfida, a punteggio ormai comunque largamente compromesso, la Red Bull Arena è stata testimone di un episodio alquanto curioso. Haland riceve dalla panchina un foglietto di istruzioni piuttosto…ingombrante da recapitare ai compagni di squadra. Le indicazioni sono su un foglio formato A4, più da fotocopiatrice e da ufficio che da campo da calcio. E dunque? Resta un’unica via. Affidarsi all’ingegno.

RIFUGIO – Haland ha le idee piuttosto chiare. Sebbene la partita sia quasi impossibile da recuperare, non vuole comunque concedere alcun vantaggio agli azzurri, né deludere la fiduca del tecnico che gli ha affidato la preziosa missiva. E dunque, consegna…il fax a Samassekou che, a sua volta, non potendo metterlo in tasca né appallottolarlo, decide per la soluzione più pratica. Piegarlo e inserirlo nei pantaloncini. In modo che nessuno possa leggere le istruzioni, né entrarne in possesso. E così nel momento in cui prende il giovane attaccante prende il posto di Minamino, si riesce comunque  a recapitare il messaggio al compagno. Nonostante l’impegno, lo sforzo non è bastato. Il 3-1 maturato nel finale non è stato sufficiente a garantire agli austriaci il passaggio del turno.

TWEET – Il Salisburgo lascia dunque la competizione, ma a testa altissima e contro una delle grandi favorite per la vittoria finale. Degni avversari in campo e anche fuori, gli austriaci hanno poi mandato un nuovo messaggio, questa volta al Napoli, utilizzando un mezzo più congeniale all’attualità. Un tweet in cui hanno augurato il classico in bocca al lupo alla squadra di Ancelotti che prosegue la sua corsa.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy