Salah, Lovren e quegli auguri un po’ interessati di buon anno…

Salah, Lovren e quegli auguri un po’ interessati di buon anno…

Quando si vince è tutto più facile: e anche gli scherzi fra compagni sono pubblicati con maggiore serenità sui social. La storia degli auguri di Salah a Lovren è tutta da ridere…

di Redazione Il Posticipo

Quando si vince, è tutto più bello. Anche festeggiare l’anno nuovo. E così il dialogo fra Dejan Lovren e Momo Salah percorre l’autostrada del web con la stessa velocità e incisività di un affondo dell’egiziano. Tutto a causa della sua sbadataggine e spontaneità…

BUON ANNO – Lovren, come riporta Sportbible, ha postato sui propri profili la conversazione intercorsa continuerò 11 la notte di capodanno. Scambio di battute su whatsapp divenute immediatamente virali. L’egiziano ha inviato al suo compagno di squadra un messaggio “Happy new Year” con tanto di augurio di pace, salute e serenità. Tutto nella norma. Lovren risponde con affetto.

 

MA GLI ALLENAMENTI? – Salah poi però non ha resistito dal “confessare” il vero motivo per cui si era ricordato del compagno, evidentemente più attento di lui. Non a caso riporta una richiesta specifica. Ovvero essere messo a conoscenza dell’orario di allenamento, sfuggitogli. Esaudita la richiesta, l’attaccante ha ringraziato con tantissime emoticon di risate a crepapelle, ovviamente ricambiate.

AMICISSIMI – I due, al netto dello scherzo di Salah, sono molto amici. Condividono persino la stessa tazza per il caffè quando capita di ritrovarsi insieme a colazione. Che questo scambio di messaggi sia stato pubblicato anche per rinsaldare ulteriormente il rapporto? Quando Salah si è abbracciato a lungo con Firmiho, come sostiene sportbible, forse ricamandoci anche un po’, l’ex difensore del Southampton ha immediatamente marcato il territorio. Del resto l’egiziano e il croato hanno immediatamente legato e non a caso individuato in Sergio Ramos il nemico comune. Lovren ha sempre preso le difese di Salah e non ha mancato di “sfidare”, nei mesi scorsi, anche apertamente, lo spagnolo. Anche se il 2018 è appena trascorso, evidentemente il ricordo della sfida di Kiev e di quanto accaduto in quella finale di Champions non era stato dimenticato.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy