Salah, doppietta e bufera: l’egiziano accusato sempre più di essere un ‘tuffatore’

Salah, doppietta e bufera: l’egiziano accusato sempre più di essere un ‘tuffatore’

Mohamed Salah continua a segnare a raffica ma ciò di cui si parla di più è il… suo equilibrio precario: la sua caduta in area di rigore contro il Crystal Palace viene definita “patetica”. Si tuffa troppo?

di Redazione Il Posticipo

Salah-Crystal Palace 2-1. Certo, la partita ad Anfield è finita 4-3 per i padroni di casa ma ciò di cui si parla di più è la prestazione di Salah. Rapido come al solito, letale nei pressi dell’area di rigore e…sempre sul pezzo. L’ex giocatore della Roma convince sempre di più la tifoseria del Liverpool che ormai, si può dire senza timore di risultare dissacranti, lo venera. Sono i tifosi avversari e gli spettatori neutrali a farsi qualche cruccio su alcune delle performance sportive di Salah. Non come calciatore, da quel punto di vista è indiscutibile, ma come… tuffatore.

“PATETICO” – Nel caso di Salah, è facile che un giocatore in velocità venga sbilanciato più facilmente da un difensore che va in contrasto. Certo, quello avvenuto tra l’ex Liverpool Mamadou Sakho e il fenomeno egiziano è un contatto davvero leggero, ma il Pallone d’Oro africano ha ‘accentuato’ un po’ la caduta e, nonostante non sia stato fischiato il calcio di rigore, gli avversari non l’hanno presa molto bene. E come riporta il Sun, nemmeno Kevin Kilbane, ex terzino sinistro della nazionale irlandese e del Newcastle che nell’occasione vestiva i panni dell’opinionista: “È patetico. Non vogliamo vedere queste cose da parte di nessun giocatore. È una vera pochezza da parte di Salah visto il suo talento”.

BASTA – È vero, Klopp, dopo la partita contro il Newcastle nella quale Salah era stato ampiamente criticato per lo stesso motivo, aveva detto che affinché l’arbitro fischi un fallo non c’è bisogno che un giocatore sanguini. Ma secondo l’opinione di diversi utenti dei social network Salah starebbe un po’ esagerando delle trovate dialettiche del suo allenatore in sua difesa. Sarebbe meglio smetterla di accentuare le cadute e giocare a calcio, questo il messaggio che molti mandano a Salah. Sia per mettere fine alle polemiche che per lasciare che il mondo del calcio, alla fine delle sue partite, possa godersi semplicemente il commento delle sue giocate. E, come nel caso di oggi, delle sue doppiette.

FIFA – Come se non bastassero le polemiche, stando a quanto riporta la testata SportBible, Mo Salah ha finito per attrarre l’attenzione del videogioco FIFA 19 nel quale, oltre all’abilità di saltare l’uomo, tra l’abilità nel tiro piazzato e quella di evitare la trappola del fuorigioco, spunta anche l’abilità speciale ‘diver’, appunto, ‘tuffatore’ che nel gioco appartiene già a giocatori come Cistiano Ronaldo e Arjen Robben. Insomma, Salah ha raggiunto l’Olimpo del calcio anche per motivi di ‘equilibrio precario’, anche dal punto di vista videoludico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy