Sala, oltre il dramma la beffa: la famiglia rischia di non ricevere il risarcimento danni

Sala, oltre il dramma la beffa: la famiglia rischia di non ricevere il risarcimento danni

Un errore burocratico rischia di costare carissimo alla famiglia di Emiliano Sala. A causa di un errore da parte del Cardiff nel compilare il modulo di registrazione del calciatore, c’è il rischio che il risarcimento di 600mila sterline per la morte dell’argentino non arrivi mai.

di Francesco Cavallini

Un errore burocratico rischia di costare carissimo alla famiglia di Emiliano Sala. Che ha già pagato il prezzo più alto, con la morte dell’attaccante nel Canale della Manica durante un volo verso il Galles. Ma che ora potrebbe anche non ricevere neanche un indennizzo per quella che la PFA, l’associazione dei calciatori inglese, riconosce come “death in service”, morte durante il servizio, cioè la carriera. Un risarcimento di 600mila sterile che da quello che riporta il Times la famiglia dell’argentino potrebbe non vedere mai, a causa di un errore da parte del Cardiff nel compilare il modulo di registrazione del calciatore.

MODULO – Un errore che ha portato alla richiesta di una modifica su un nuovo modulo, che andava firmato dallo stesso calciatore. Cosa che ovviamente non è stata possibile, visto che il trasferimento è stato ufficialmente completato il giorno stesso in cui Sala ha preso il Piper che, dopo essere partito da Nantes, si è inabissato durante il tragitto verso Cardiff. E di conseguenza la famiglia dell’attaccante ha scoperto che lo sfortunato calciatore non ha fatto in tempo ad essere inserito nel sistema previdenziale della PFA, che prevede anche un indennizzo in casi del genere.

LA PFA INTERVIENE – 600mila sterline, che certamente non riporteranno in vita il povero Sala, ma che perdere per un errore burocratica è il massimo della beffa. Il Times fa però presente che la PFA sta cercando di fare in modo che in ogni caso il paracadute previdenziale per Sala sia comunque applicabile, anche senza la firma del calciatore sul modulo rispedito al Cardiff. Un piccolo strappo alla regola, che renderebbe comunque giustizia alla memoria di un ragazzo molto sfortunato e che potrà aiutare, almeno dal punto di vista economico, una famiglia che ha subito la perdita improvvisa e totalmente inaspettata di un proprio caro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy