Sahin, studente…lavoratore: dalla Champions League ad Harvard

Sahin, studente…lavoratore: dalla Champions League ad Harvard

Non contento di aver calpestato l’erba dei più famosi stadi del mondo, Nuri Sahin ha deciso di iscriversi alla prestigiosa università americana. Ed è stato ammesso!

di Redazione Il Posticipo

Quando spesso nella vita si ha il meglio possibile, diventa anche abbastanza complicato accontentarsi. Questo, in sintesi, deve essere ciò che ha pensato Nuri Sahin, centrocampista del Borussia Dortmund e, sebbene per brevi parentesi, anche di Real Madrid e Liverpool. Il quale, non contento di aver calpestato l’erba dei più famosi stadi del mondo, ha addirittura deciso di porsi un altro obiettivo altrettanto importante. Il turco (ma nato in Germania) si è infatti iscritto alla prestigiosa università di Harvard. E, a differenza di molti comuni mortali, è stato ammesso all’influente ateneo della Ivy League.

CERVELLO CALCISTICO… – Una gran bella soddisfazione per un calciatore la cui carriera, molto promettente al punto da farlo acquistare dal Real Madrid nel 2011, è stata martoriata da una serie di guai fisici che l’ha quasi costretto ad appendere gli scarpini al chiodo ancor prima di aver compiuto trent’anni. Certo, il cervello a Sahin non è mai mancato, soprattutto sui campi da calcio. Le sue migliori stagioni con il Borussia Dortmund le ha infatti collezionate giocando da playmaker a centrocampo, tanto per dimostrare che la mente è parecchio allenata anche quando i calcoli vanno fatti sul terreno di gioco e non sui quaderni a quadretti. E ora, col doppio impegno come si fa? Beh, il turco non ha manifestato alcuna intenzione di voler lasciare il calcio. E come molti, dovrà riuscire a far conciliare lo studio…e il lavoro.

…ED ECONOMICO – Non si tratta certo del primo sportivo con un gran talento per lo studio, ma quello di Sahin è un caso abbastanza eccezionale. Il ventinovenne di Lüdenscheid andrà infatti a far parte dei nuovi corsi di management dello sport della prestigiosissima Harvard Business School, la facoltà di economia che conta tra i suoi ex alunni il Presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Non esattamente un obiettivo facilmente raggiungibile, ma a cui Sahin si è dedicato anima e corpo. Con tanti saluti allo stereotipo del calciatore che nella vita cerca di stare il più lontano possibile dai libri. La notizia, e non poteva essere altrimenti, è arrivata attraverso i social network, con una foto su Instagram in cui il centrocampista turco annunciava ai suoi follower di essere riuscito a entrare ad Harvard. Un risultato straordinario, considerando le percentuali di ammissione dell’ateneo, che sono scese sotto la soglia del cinque per cento delle domande. Ma del resto, per essere tra i pochi eletti scelti per giocare con il Real Madrid, bisogna essere abituati ad imprese fuori dal comune.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy