Russia, la mascotte prepartita è…un orso?

Russia, la mascotte prepartita è…un orso?

Incredibile scena in Russia, su un campo di terza divisione. Invece dei soliti bambini, a portare la sfera all’arbitro prima del calcio d’inizio…è l’orso Tim.

di Francesco Cavallini
russia orso

Da quando ormai otto anni fa nella sede della FIFA si è deciso di assegnare i Mondiali 2018 alla Russia, uno dei primi pensieri è andato a quante stranezze avremmo potuto assistere (con più passione, se gli azzurri si fossero qualificati). Del resto, da un paese fortemente ancorato alle tradizioni e allo stesso tempo voglioso di mostrare la propria modernità, c’è davvero da aspettarsi di tutto. E se di certo Putin e soci vorranno affascinare il mondo con cerimonie eccezionali, chissà che in qualcuna delle città più lontane dal…centro dell’impero non vada in scena qualche episodio un po’ particolare.

PALLA ALL’ORSO TIM– Potrebbe ad esempio accadere che a portare il pallone all’arbitro prima dell’inizio della partita sia una mascotte forse un po’ troppo particolare. Non il solito bambino, che mano nella mano al direttore di gara prende la sfera dalla sua posizione e la porta a centrocampo. Bensì un orso. Un orso vero, non una mascotte di quelle che riempiono gli stadi per esempio in America. Orso che, tra l’altro, ha anche un nome. Tim, poco russo, ma fa niente, perchè il nostro Tim arriva da vicino Nazran, in pieno Caucaso. E nel weekend ha aperto una partita di terza divisione russa, quella tra i padroni di casa dell’Angusht contro il Mashuk-KMV.

APPLAUSI PER LUI –  Con le squadre già schierate in campo, infatti, il buon Tim è stato accompagnato dal suo addestratore a bordo campo, dove, tra gli applausi del pubblico, si è prima seduto rispondendo all’ovazione e poi si è messo su due zampe e ha proceduto con il compito istituzionale che gli è stato assegnato. Consegnare la sfera all’arbitro che, evidentemente non molto tranquillo, è stato costretto a prendersela direttamente dalle poco rassicuranti zampe dell’orso. Eppure Tim sembra essersi divertito, al punto da ballare al ritmo dei festeggiamenti dei presenti.

ORSI AI MONDIALI? – Una scena molto particolare, che ha ovviamente oscurato il risultato sul campo. I padroni di casa, per la cronaca, hanno vinto per 3-0. L’ottima esibizione dell’orso Tim non comunque ha mancato di suscitare polemiche, ma anche più di qualche risata. Soprattutto nel momento in cui lo speaker dello stadio ha annunciato che Tim avrebbe avuto l’opportunità di aprire anche qualche partita della prossima Coppa del Mondo, magari quelle che si giocheranno nelle vicine (più o meno) Rostov o Sochi. Qualcuno, in Russia o anche al di fuori dei confini, potrebbe averci anche creduto. Del resto, considerando che l’orso è il simbolo della nazione e conoscendo Putin, non è qualcosa di così altamente improbabile, no?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy