Rooney, la favola è finita davvero: l’Everton non ha più bisogno di lui

Rooney, la favola è finita davvero: l’Everton non ha più bisogno di lui

Il ritorno di Wayne Rooney all’Everton, il club che lo ha visto crescere, sembrava una bella favola di calcio. Che però potrebbe interrompersi dopo neanche un anno. Marco Silva ha messo subito in chiaro le cose: nel suo progetto non c’è posto per lui.

di Redazione Il Posticipo

Il ritorno di Wayne Rooney all’Everton, il club che lo ha visto crescere, sembrava una bella favola di calcio. Che però potrebbe interrompersi dopo neanche un anno dal clamoroso affare che lo ha riportato a Goodison Park. E stavolta, nonostante un tira e molla che va avanti ormai da fine campionato, sembra davvero che sia arrivata la parola fine alla seconda esperienza in blu dell’ex attaccante del Manchester United. Le sirene statunitensi hanno cominciato a farsi sentire già da qualche tempo, ma Rooney ha voluto dare all’Everton la possibilità di capire se il rapporto poteva continuare. E il cambio sulla panchina dei Toffees poteva cambiare le carte in tavola.

NIENTE SPAZIO PER ROONEY – Così non è stato, perchè anche dopo l’addio di Allardyce non è arrivato qualcuno pronto a trovare spazio in squadra al classe 1985. Anzi, secondo il Daily Mirror, il nuovo tecnico, il portoghese Marco Silva, ha messo subito in chiaro le cose. Nel suo Everton non c’è posto per Rooney, che quindi è libero di trovarsi un’altra squadra. Ecco l’ultima parola di cui l’ex capitano dell’Inghilterra aveva bisogno. E dall’altra parte dell’Atlantico c’è già chi aspetta con ansia. Il DC United ha già fatto capire più volte all’inglese che sarebbe il benvenuto a Washington e ora che il suo club attuale lo ha invece messo da parte, è pronto ad accoglierlo con un contratto triennale.

SEPARAZIONE COMPLICATA – Fine della carriera in Premier per Rooney? Possibile, per non dire probabile. Non che sia una separazione semplice, per un ampio raggio di motivi. Intanto, la consapevolezza che a trentatré anni ancora da compiere nessuno nel massimo campionato ha mostrato interesse per portarlo in un’altra squadra. Poi perchè, in fondo, Rooney è sempre stato il più inglese degli inglesi e non si è mai mostrato davvero entusiasta di tentare l’avventura nella Major League Soccer. E, soprattutto, perchè il cuore aveva scelto di tornare all’Everton dopo una carriera straordinaria allo United. E vedersi rifiutato così, dopo neanche un anno, deve essere quel che fa più male al bomber. Il visto, comunque, sembra già pronto. Da Liverpool a Washington, la strada è lunga. E con un cuore spezzato, forse è anche più difficile da intraprendere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy