Ronaldo il…consulente finanziario: “Spesso i calciatori impazziscono dietro alle macchine costose, si comprano case enormi e dispendiose e poi…”

Ronaldo il…consulente finanziario: “Spesso i calciatori impazziscono dietro alle macchine costose, si comprano case enormi e dispendiose e poi…”

Il Fenomeno si fa intervistare da Marca e sembra davvero calato nel suo nuovo ruolo. E il ritiro ha decisamente cambiato il suo modo di vedere le cose, soprattutto su argomenti importanti, come il futuro dopo il calcio…

di Redazione Il Posticipo

Il Ronaldo presidente sembra molto diverso dal Ronaldo calciatore. E non è solo una questione di chili in più, quelli che il brasiliano ha messo su dopo aver appeso gli scarpini al chiodo. Il Fenomeno si fa intervistare da Marca e sembra davvero calato nel suo nuovo ruolo. Che non prevede più notti insonni insieme a Bobo Vieri per poi dormire un paio d’ore prima dell’allenamento. O forse sì, ma da quello che racconta il brasiliano, il ritiro ha decisamente cambiato il suo modo di vedere le cose.

ATTIVITÁ – Soprattutto su argomenti importanti, come il futuro dopo il calcio. Difficile dare torto a Ronaldo, che probabilmente avrà visto molti colleghi (brasiliani e non) finire in miseria per non aver saputo gestire i guadagni di quando giocavano. Basterebbe pensare a una gloria nazionale come Garrincha, due volte campione del mondo e morto in povertà. E quindi il Fenomeno ha deciso di dare una mano.”È da un paio di anni che che ho messo su un’attività per aiutare gli sportivi a gestire il loro denaro. Voglio che abbiano degli introiti sicuri, che possano garantire loro un futuro. È una cosa che mi preoccupa da sempre. E mi sono messo assieme a persone molto capaci.”.

SOLDI – Ronaldo continua a spiegare come i calciatori spesso non sappiano vedere al di là del presente, almeno dal punto di vista dell’economia… “Ho visto calciatori vicino a me che hanno guadagnato molto denaro e due anni dopo che hanno finito di giocare continuavano a spendere allo stesso livello di quando giocavano, ma i soldi non entravano più. Poi i conti non tornano e ho visto molti perdere quasi tutto. Spesso i calciatori impazziscono dietro alle macchine costose, si comprano case enormi e dispendiose. Noi vogliamo mostrargli come stanno davvero le cose e che il futuro dopo il calcio è molto lungo…”. Davvero un Ronaldo diverso da quello che calcava i campi. Prima era rapido di gambe. Ora forse lo è di meno, ma recupera decisamente con il pensiero…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy