Roma, un acquisto in ta(li)sca? Chissà….

Roma, un acquisto in ta(li)sca? Chissà….

Gli occhi della Roma sarebbero su Talisca, fantasista del Besiktas in prestito dal Benfica. Un talento indiscusso che vuole mettersi alla prova in un top club.

di Redazione Il Posticipo

Il tempo scorre inesorabilmente e trasforma il presente in passato. Quello della Roma parla di una semifinale di Champions League persa con più di qualche rimpianto. La stretta attualità invece si chiama Cagliari, con tre punti che se conquistati sarebbero un gran passo avanti verso la certezza di giocare di nuovo nell’Europa che conta. E al futuro, chi ci pensa? Chiaramente Monchi, dato che i mesi di mercato si avvicinano a grandi falcate e la Roma che verrà nasce più a maggio che a luglio. Come riporta l’emittente “Centro Suono Sport”, il DS sarebbe in viaggio in Portogallo assieme a Balzaretti. E spunta di nuovo il nome di Talisca.

TALISCA – Si parte da un presupposto: il brasiliano, classe 1994, è di proprietà del Benfica. Che poi i rapporti non siano affatto buoni è un’altra questione. Al punto che nella stagione scorsa, la prima con la maglia del Besiktas a cui è stato prestato per due anni, ha colpito i portoghesi in Champions League. Il fantasista non vuole tornare all’Estadio Da Luz e cerca soluzioni alla sua situazione. Quella più quotata è che la squadra turca eserciti il suo diritto di riscatto grazie ai buoni uffici di qualche club interessato poi ad acquistare Talisca. E tra questi club ci sarebbe anche la Roma, che già nei mesi scorsi aveva gettato gli occhi sul talento dell’ex EC Bahia per regalare a Di Francesco nuove alternative.

TALENTO – Se è fantasia e imprevedibilità quel che cerca la Roma, il profilo del brasiliano (paragonato addirittura a Rivaldo) sembra decisamente quello giusto. Talisca nasce trequartista ed è perfetto per il 4-2-3-1 usato dal Besiktas, ma può anche giocare da regista avanzato in un centrocampo a tre, sfoderando la capacità di trovare il compagno con passaggi millimetrici e difficilmente leggibili. Il mancino ha però più confidenza con il gol che con l’assist, avendo realizzato in stagione la bellezza di 19 reti. Un ottimo prospetto, un po’ limitato da un carattere complicato da gestire e che andrebbe quindi ben catechizzato prima di affrontare un campionato difficile come la Serie A. Con 25 milioni, l’affare si potrebbe concludere. Ma la Roma è davvero sul verdeoro?

ALTRI OBIETTIVI – La situazione va analizzata. Vista l’opzione del Besiktas, sarebbe forse più sensato parlare con i turchi che con il Benfica. E poi, perchè andare con Balzaretti? L’ex terzino è il responsabile dei calciatori in prestito dal club giallorosso e quindi durante l’anno avrà di certo fatto un giro in Portogallo per vedere come procede l’esperienza di Doumbia allo Sporting Lisbona. Chissà quindi che il viaggio della strana coppia non sia per seguire qualcuno individuato dal vicecampione d’Europa 2012. Solo il tempo potrà rispondere. Nel frattempo, testa alla Sardegna Arena. Perchè il futuro è prioritario, ma quel che conta davvero è sempre il presente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy