Roma, occasione Nasri: il francese si è appena svincolato

Roma, occasione Nasri: il francese si è appena svincolato

Mercato finito? Macchè. C’è sempre tempo per l’ultimo e decisivo ritocco. E Monchi potrebbe pensare a Samir Nasri per regalare alla Roma un ultima perla a tempo ormai scaduto.

di Redazione Il Posticipo

Mercato finito? Macchè. C’è sempre tempo per l’ultimo e decisivo ritocco, anche se il gong è suonato già. C’è infatti una tipologia di calciatore che potrà comunque aggregarsi alle squadre di Serie A nonostante la sessione di gennaio sia ormai terminata. Gli svincolati, che possono essere acquistati ed inseriti nelle liste da consegnare per le rose in qualsiasi momento. Certo, non che quello dei calciatori senza contratto sia un mercato così florido, ma forse qualche occasione di livello ancora c’è. Ed è proprio grazie ad una rescissione con tempistiche perfette che Monchi potrebbe pensare a Samir Nasri per regalare alla Roma un ultima perla di mercato.

Rescissione con l’Antalyaspor dopo sei mesi

Nasri ha infatti appena rescisso il suo contratto con i turchi dell’Antalyaspor, diventando così a tutti gli effetti il free agent più appetibile d’Europa. Un’esperienza breve quella del francese in Anatolia, dove era arrivato dopo la fine del suo rapporto con il Manchester City. E alla fine, giusto in tempo per accasarsi altrove, è arrivata la rescissione. Otto presenze, due reti e altrettanti assist, cifre non certo esaltanti, ma considerando che il club non se la passa benissimo e che anche Sandro ha lasciato la squadra, accasandosi al Benevento, sono numeri da prendere con le molle. E quindi a trentuno anni ancora da compiere, una delle stelle del football transalpino è a…piede libero.

Nasri, un raggio di luce per la manovra giallorossa

Ma perchè proprio la Roma dovrebbe decidere di investire su di lui? Beh, intanto nella Capitale c’è Monchi, che conosce bene il calciatore e che lo ha portato in prestito a Siviglia in una delle sue ultime operazioni da direttore sportivo degli andalusi. Per il francese trentuno presenze tra Liga e Coppe, con qualche infortunio di troppo, ma con i soliti lampi di classe. Quella luce abbagliante, quell’imprevedibilità sulla trequarti che alla Roma potrebbe servire parecchio per ridare vita a una manovra che ormai sembra un po’ raccolta su se stessa. La collocazione tattica di Nasri nel 4-3-3 di Di Francesco sarebbe da mezzala offensiva, da regista avanzato, compito ricoperto spesso in carriera dal francese e con ottimi risultati. E, nel caso dovesse servire, il transalpino può tranquillamente sistemarsi da esterno su entrambe le fasce.

Genio e sregolatezza, ma un talento evidente

Qualche controindicazione c’è, inutile negarlo. Se servisse una foto per descrivere il concetto di genio e sregolatezza, probabilmente negli ultimi anni il poster boy della questione sarebbe proprio Nasri. Un carattere non semplice, un ragazzo che a volte esagera, in campo e fuori, e che finisce al centro delle polemiche. Il gioco, alla fine, vale la candela? Beh, stiamo comunque parlando di uno dei talenti più fulgidi dell’ultimo decennio, che ha regalato sprazzi di calcio importanti in giro per l’Europa. E che probabilmente chiederebbe un ingaggio non proprio insignificante, un’altra delle possibili difficoltà della trattativa. Nulla di certo, dunque, ma sicuramente un’idea affascinante. E chissà che non possa diventare presto realtà. Con Monchi, del resto, stiamo imparando che un po’ tutto è possibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy