Aïssa Mandi, nel mirino della Roma un difensore che vale per tre

Aïssa Mandi, nel mirino della Roma un difensore che vale per tre

Per la difesa giallorossa, Monchi potrebbe guardare alla sua Siviglia, sponda Betis, dove il poliedrico algerino di passaporto francese Aïssa Mandi può solleticare il suo interesse.

di Redazione Il Posticipo

La sfida con il Napoli è andata, anche parecchio meglio di quanto fosse preventivato e di quanto potesse suggerire la classifica. La vittoria al San Paolo può rappresentare per la Roma l’iniezione di fiducia necessaria per lanciare la volata per il terzo posto. E se dalle tribune dello stadio partenopeo, la triade Baldissoni-Monchi-Totti (in rigoroso ordine di importanza nell’organigramma aziendale) ha assistito alla Roma di oggi, almeno il Direttore Sportivo aveva il solito sguardo rivolto a quella di domani. Giugno è…alle porte quando si parla di mercato, quindi è già il tempo di intavolare trattative, migliorare rapporti e cercare talenti, con o senza machine learning. E per la difesa giallorossa, l’andaluso potrebbe guardare alla sua Siviglia, sponda Betis, dove l’algerino di passaporto francese Aïssa Mandi può solleticare il suo interesse.

Aïssa Mandi, un obiettivo per Monchi

La voce dell’interesse di Monchi rimbalza dall’Algeria, dagli stessi ambienti che per primi nella scorsa stagione avevano riportato la volontà da parte della Roma di assicurarsi Riyad Mahrez. Un accostamento che sembrava la classica boutade di mercato, ma che poi è diventata una delle spy-story che più hanno caratterizzato la sessione estiva. E ora nel Maghreb si parla di Mandi come nuovo obiettivo del DS giallorosso. Un calciatore che lo spagnolo conosce bene, perchè l’algerino è arrivato al Betis nel 2016, anno in cui Monchi era ancora a libro paga dell’altra società di Siviglia. È stato acquistato dal club biancoverde per quasi tre milioni di euro, dopo un quinquennio in prima squadra al Reims, la squadra in cui è cresciuto.

Difensore centrale, ma anche terzino bifascia

Ed in cui ha compiuto una metamorfosi tattica abbastanza importante, che è forse uno dei motivi principali dell’interesse di Monchi (e non solo) per il ventiseienne. Nella sua prima stagione in Ligue 1, Mandi ha giocato da terzino sinistro. In quella successiva sono arrivate 28 presenze, tutte da terzino destro. E con il passare degli anni, sono progressivamente aumentate anche quelle da difensore centrale, fino ad arrivare alla stagione 2015/16, giocata tutta al centro della retroguardia del Reims e con la fascia da capitano. Poi è arrivato il trasferimento in Spagna, dove l’algerino si è affermato proprio in quella posizione. Che poi, a conti fatti, è quella che più interessa alla Roma. L’addio di Hector Moreno a gennaio lascia nella rosa giallorossa un buco, certamente colmabile nel breve con Kolarov e De Rossi, ma che in prospettiva prossima stagione va assolutamente sistemato.

Dieci milioni per un difensore che vale per tre

Il prezzo del poliedrico difensore dovrebbe aggirarsi sui 10 milioni di euro, anche considerando la stagione del Betis, che probabilmente non riuscirà a raggiungere le coppe europee ed avrà di conseguenza meno possibilità di resistere a offerte importanti per il suo calciatore. Una cifra non irrisoria, ma che va…divisa per i ruoli che Mandi potrebbe ricoprire all’interno di una rosa, dato che in una difesa a 4 come quella della Roma l’algerino potrebbe essere schierato in tutti e tre i ruoli previsti. Una caratteristica da non sottovalutare, che potrebbe spedire il ventiseienne in una teorica pole position nell’indice di gradimento del mercato romanista. E chissà che in qualche visita…parenti, Monchi non decida di fare una capatina all’Estadio Benito Villamarín.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy