El Ghazi e Bissouma: Monchi e la Roma fanno spesa a Lille?

El Ghazi e Bissouma: Monchi e la Roma fanno spesa a Lille?

Stavolta il supermarket è aperto sul serio, ma si tratta del Lille a rischio fallimento. I francesi devono cedere i pezzi pregiati e ci sono due calciatori che possono far comodo alla Roma: El Ghazi e Bissouma.

di Redazione Il Posticipo

Stavolta il supermarket è aperto sul serio e non si tratta della Roma. Anzi, sono proprio i giallorossi che rischiano di poter approfittare delle disgrazie economiche altrui. Perchè un conto è dover ripianare per venire incontro ai diktat dell’UEFA per quel che riguarda il fair play finanziario, un altro è la necessità assoluta di vendere i pezzi pregiati, onde evitare non sanzioni europee, ma la retrocessione. E al Lille, a quanto racconta l’Equipe, il problema è davvero serio. A fine 2017 la Federazione francese aveva espresso i suoi dubbi sulla cordata che ha acquisito il club, ora il messaggio è molto più cruento. O si ripianano 60 milioni di debiti, o si va in National, la serie B. Cosa c’entra la Roma? Beh, bastano due nomi, anzi tre. Monchi, ovviamente, Anwar El Ghazi e Yves Bissouma.

A Monchi piace giocare d’anticipo

Monchi c’entra, perchè fedele al suo motto per cui le squadre di luglio si costruiscono a febbraio, il DS giallorosso si sta muovendo con parecchio anticipo. Tra il probabile arrivo di Coric e la possibile recompra di Sanabria, l’andaluso sta gettando le basi per la Roma che verrà e che sarà a sua immagine e somiglianza. E, per quanto possa sportivamente dispiacere che un club come il Lille sia arrivato a dover svendere per cercare di salvare il posto in Ligue 1, al direttore sportivo non sfugge certo il potenziale, anzi, i potenziali affari che si possono intavolare con il club del nord della Francia. Anche perchè se a Monchi piace giocare d’anticipo, a Lille può trovare terreno fertile: ogni incasso precedente al 30 di giugno è una boccata d’aria per le casse dei transalpini. Certo, sarebbe meno dispendioso acquistare i calciatori in fuga da Lille dopo un eventuale fallimento, ma il rischio che si possano scatenare aste è molto alto. Anche perchè parliamo di talenti richiesti da molti club, tra cui anche qualche italiana.

Bissouma, potenza e gioventù

Come ad esempio Bissouma, a lungo nel taccuino di Sabatini, ma che l’Inter non ha potuto acquistare per i noti problemi con il FPF. A giugno i nerazzurri potrebbero tornare alla carica, ma rischiano di trovare il cartello “venduto” sull’armadietto del centrocampista del Mali. Il motivo è semplice, la Roma è alla ricerca di un calciatore in mediana che faccia della forza fisica e della resistenza il suo forte, visto che la carta d’identità di De Rossi segnerà a breve 35 e che Gonalons non ha convinto. Il profilo del ventunenne maliano è pressochè perfetto: fisico importante, polmoni d’acciaio e anche un gran tiro dalla distanza, che non fa mai male. Il contratto scade nel 2019 e la valutazione di 20 milioni è destinata a crollare, sia per questo motivo che per i problemi finanziari del Lille. Bissouma sarebbe un ottimo acquisto in ottica futura, ma anche già per il presente.

El Ghazi, colpi da top player e un procuratore pesante

Un po’ come Anwar El Ghazi, già cercato dalla Roma ai tempi di Spalletti per sopperire all’assenza di Salah, allora impegnato in Coppa d’Africa con il suo Egitto. Le caratteristiche dell’olandese di origini marocchine sono infatti abbastanza simili a quelle dell’ex giallorosso ora al Liverpool. Ala destra (ma non mancino come l’egiziano) sgusciante, in grado di disimpegnarsi anche sul lato opposto e persino da punta centrale. Oltre alla velocità e a un ottimo dribbling, El Ghazi offre anche un bagaglio tecnico di tutto rispetto e capacità balistiche non indifferenti. In più, un caratterino da tenere sott’occhio, come spesso accade a chi di talento ne ha da vendere, ma anche tanta propensione al gioco di squadra, come dimostrano i molti assist a referto in carriera. Un paio di anni fa, ai tempi dell’Ajax, il suo cartellino sfiorava i 20 milioni di euro. Ora, complice la situazione del suo club, la richiesta è scesa di molto. Occhio però, perchè in questo caso il “pericolo” viene dal suo procuratore. Che altri non è che Jorge Mendes, il quale certamente dall’occasione di far approdare il suo assistito in un altra squadra cercherà di trarre il massimo.

Insomma, due profili, tra i tanti calciatori in saldo a Lille, che possono fare al caso della Roma e che di certo solleticano già l’interesse di Monchi. Meglio sbrigarsi però. Come in tutti i saldi che si rispetti, vale un unico motto: chi tardi arriva, male alloggia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy