Roma, cose turche: nel mirino c’è Yazici

Roma, cose turche: nel mirino c’è Yazici

Dopo l’acquisto di Under, Monchi guarda di nuovo al Bosforo per assicurarsi un altro talento turco: Yusuf Yazici, il regista offensivo che serve alla Roma.

di Redazione Il Posticipo

La Roma su un talento turco, classe 1997, inseguito da uno dei club di Manchester. Probabilmente, sembrerà a tutti di averla già sentita. Ma non stiamo parlando di Cengiz Under, ormai idolo assoluto e pressochè incontrastato della tifoseria giallorossa, anche se la descrizione gli si adatta alla perfezione. Il nuovo obiettivo giallorosso, come riportato da Turkish Football, si chiama Yusuf Yazici e, assieme al numero 17 già a Trigoria, rappresenta il futuro del calcio turco e della nazionale di Mircea Lucescu. Su di lui c’è da qualche mese l’ombra dello United di Mourinho e del Tottenham di Pochettino, ma l’esplosione del suo compatriota in serie A può rappresentare un arma in più per Monchi per assicurarsi il ventunenne del Trabzonspor.

La Roma e la Turchia, un rapporto che dura da anni

Chiamatelo pure effetto Cengiz, ma grazie alle cinque reti in quattro partite dell’ex Istanbul Basaksehir la Roma è improvvisamente diventata una delle squadre più seguite nell’orgogliosamente nazionalista Turchia. Questo può aiutare? Certo, perchè i giallorossi, proprio a causa dell’acquisto dell’esterno destro, sono già parecchio inseriti nel lungo processo burocratico che regola i trasferimenti dei calciatori di interesse nazionale. Un rapporto, quello con la Turchia, già iniziato ai tempi dell’arrivo a Trigoria di Salih Ucan, altra stellina venuta del Bosforo che a Roma non si è però consacrata. Ma ora l’ombra del riccioluto ex Fenerbahce è stata annullata dalla luce del talento di Under e quindi la Roma (e Roma) si fida un po’ di più di andare di nuovo a pescare da quelle parti.

Monchi sa come convincere Yazici…

E quindi Monchi, che all’inizio della prossima settimana ha in agenda un viaggio a Boston a casa Pallotta per gettare le basi della Roma che verrà, si muove rapidamente, come consuetudine, per anticipare le altre importanti pretendenti che vorrebbero accaparrarsi Yazici. La fila è lunga, ma il DS giallorosso può sfoderare le stesse armi che gli hanno permesso di battere la concorrenza del City di Guardiola (non certo un nome poco affascinante) per l’acquisto di Under. Il centrocampista del Trabzonspor sa bene che nè la mediana del Tottenham nè tanto meno quella dello United possono garantirgli un posto a breve scadenza, mentre l’esperienza del suo coetaneo dimostra che in una squadra come la Roma e con un allenatore come Di Francesco di spazio per il talento ce n’è eccome.

…e Yazici potrebbe fare innamorare la Roma

Anche perchè Yazici rappresenta esattamente il centrocampista che manca alla Roma. Tecnica individuale ottima, buone capacità di inserimento, ma soprattutto un innato talento per l’ultimo passaggio sia sui calci da fermo che in campo aperto, un po’ il fondamentale che nella rosa giallorossa latita. In 55 presenze con il Trabzonspor ha già collezionato undici reti e sedici assist, che lo hanno lanciato nel firmamento del calcio turco. Si è lanciato, ovviamente verso l’alto, anche il prezzo del ragazzo, che ora sfiora i quindici milioni. Milione più, milione meno, quello che è stato pagato dalla Roma per assicurarsi Under. Che, in caso di arrivo del suo connazionale, potrebbe anche aiutarlo ad inserirsi, dato che lo stesso Cengiz ha sofferto un po’ per l’adattamento ad una nuova realtà, ma ora sta mostrando ai tifosi giallorossi tutte le sue doti. Monchi ci pensa e, se arrivasse l’ok da Boston, potrebbe anche lanciare subito l’offensiva. E chissà che la Roma del prossimo anno non faccia vedere…cose turche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy