Giovane e poliedrico: Mukiele, un acquisto…alla Monchi per la Roma

Giovane e poliedrico: Mukiele, un acquisto…alla Monchi per la Roma

Incassata la fiducia di Pallotta, Monchi può dedicarsi al mercato che più gli piace, fatto di nomi non altisonanti ma funzionali. Come Nordi Mukiele, eclettico e giovanissimo terzino del Montpellier.

di Redazione Il Posticipo

Presente e futuro si intrecciano nella settimana giallorossa. La squadra lavora per prepararsi alla partita casalinga contro il Torino, che ha già regalato qualche grattacapo in Coppa Italia. Tra squalifiche e qualche acciacco, Di Francesco sta analizzando le possibilità di formazione per mantenere un terzo posto che al momento significa Champions e, di conseguenza, introiti importanti. Nel frattempo, Monchi continua ad esplorare partite, scandagliare profili e costruire la Roma che sarà. E dalla Francia arrivano voci riguardo ad un interesse del Direttore Sportivo per Nordi Mukiele, già brevemente accostato ai giallorossi alla fine del mercato di gennaio.

Mukiele, un polivalente per la difesa giallorossa

E in effetti il profilo del terzino destro del Montpellier è particolarmente adatto al modus operandi del dirigente giallorosso. Un acquisto poco pubblicizzato, ma che per caratteristiche e rendimento faccia al caso di Di Francesco. La squadra occitana se l’è assicurato nello scorso gennaio, ma il giovanissimo transalpino (classe 1997, appena vent’anni) si è subito fatto notare e si è preso il posto da titolare in quella che è una delle difese meno perforate della Ligue 1. Si tratta di un terzino con ampia propensione offensiva, ma che in caso di necessità sa anche reinventarsi come difensore centrale. Un eclettico dunque, che sembra strizzare l’occhio al nuovo corso stabilito dal tecnico abruzzese, che spesso ha utilizzato in caso di necessità calciatori in ruoli differenti da quelli canonici.

Concorrenza folta e blasonata

La concorrenza per Mukiele c’è ed è anche abbastanza blasonata. Su di lui c’è l’interesse di molte big continentali, a partire da…un vecchio amico. Il Marsiglia di Rudi Garcia, che sicuramente avrà avuto modo di osservarlo meglio nel corso del campionato, pare volerselo assicurare, ma deve scontrarsi con Monchi e non solo. Ad aver messo gli occhi sul francesino ci sono anche il solito Manchester City (che ultimamente pare aver ingaggiato un chissà quanto involontario testa a testa di mercato contro la Roma), ma anche più di qualche squadra tedesca. Segnale che, nonostante non si parli di un nome molto blasonato, il calciatore è un prospetto di valore.

Inizia di fatto l’era Monchi

L’interesse per Mukiele sembra poter infatti simboleggiare l’inizio vero e proprio dell’era Monchi a Trigoria. Lo scorso anno il DS è arrivato troppo tardi per lavorare come sa e si è dovuto accontentare di una rosa e di un mercato ibridi. Ora però, incassata a Boston la fiducia illimitata di Pallotta e confermato (catastrofi sportive permettendo) Di Francesco, l’andaluso può dedicarsi al mercato che gli piace di più. Quello dei colpi inaspettati in grado di cambiare volto alla squadra tra la sorpresa generale. Quello fatto di nomi non altisonanti ma funzionali. Quello degli Under, ma per tornare a Siviglia anche dei Rakitic e dei Kondogbia. Ciò che, insomma, a Monchi riesce davvero bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy