Occhio ad Asamoah, un innesto a costo zero per la Roma che verrà

Occhio ad Asamoah, un innesto a costo zero per la Roma che verrà

Monchi potrebbe muoversi per provare ad assicurarsi uno dei parametri zero più appetibili del mercato: Kwadwo Asamoah, che alla soglia dei trent’anni è un calciatore duttile e continuo e che regalerebbe a alla Roma opzioni più che interessanti.

di Redazione Il Posticipo

Ancor prima dell’esame Benevento, un match destinato a dire di più sulla situazione tecnica e fisica della Roma e sull’effettivo superamento di una crisi che ha segnato l’ultimo mese e mezzo di cammino, i giallorossi attendono un altro incontro altrettanto importante. A Nyon la UEFA ascolterà Baldissoni e Gandini riguardo lo sforamento dei parametri del Fair Play Finanziario. Il pareggio di bilancio non è stato raggiunto, seppur di poco, e bisognerà renderne conto. Nel frattempo però, Monchi non può e non vuole fermarsi nella costruzione della squadra per la prossima stagione e, forse per non far arrabbiare la UEFA, potrebbe gettarsi su un parametro zero molto appetibile e abbordabile: Kwadwo Asamoah.

Asamoah, tutto può succedere

L’agente del ghanese è stato molto chiaro con la Juventus: il suo assistito è molto richiesto. Così come lo era durante il mercato di gennaio e addirittura nella scorsa estate, salvo poi decidere di rimanere a Torino (anche in virtù della complicata situazione di Alex Sandro). Il rinnovo però non è mai arrivato e quindi Asamoah al momento è liberissimo di fare la sua scelta, valutando le offerte di almeno otto club, come sottolineato dal suo procuratore. Può accadere tutto ed il contrario di tutto, ma l’opzione Roma per il duttile calciatore bianconero non è nuova. Alla soglia dei trent’anni il ghanese ha ancora molto da offrire sul campo e le sue caratteristiche lo rendono uno dei migliori free agent su piazza.

L’eroe meno sottolineato del ciclo Juventus

Asamoah è forse l’eroe meno sottolineato del ciclo Juventus. Una certezza assoluta prima per Conte e poi per Allegri, un calciatore che si è sempre fatto trovare pronto e non ha mai sollevato polemiche. A Torino si è scoperto terzino, ma può ancora agevolmente disimpegnarsi in quello che è il suo vecchio ruolo, cioè il centrale di centrocampo, e nel corso degli anni è sempre stato anche un’ulteriore opzione in caso di assenze pesanti in mediana. Come dice Allegri, un cavallo che può anche rimanere fermo tanto tempo, ma che quando ricomincia a correre sembra che non abbia mai fatto altro nella vita. In pratica, il perfetto dodicesimo, con la consapevolezza di essere però anche un’ottima prima alternativa.

L’alternativa ideale sulla fascia sinistra e a centrocampo

Che è un po’ quel che potrebbe servire alla Roma sulla fascia sinistra, soprattutto se Silva non dovesse confermare la fiducia che Monchi ha riposto in lui. La fascia sinistra rischia di essere un nervo scoperto per i giallorossi, perchè Kolarov non è eterno ed ha cominciato a mostrare segni di flessione fisica. Assicurarsi Asamoah senza dover sborsare un euro sarebbe un colpo di mercato a prescindere, dato che si andrebbe a inserire nella rosa un calciatore esperto, che ha saputo vincere sia da protagonista che da comprimario e che offrirebbe più di un’opzione tattica tra difesa e centrocampo. Un acquisto a colpo pressochè sicuro, un’occasione da non perdere. E appunto per questo, per il ghanese c’è la fila. Tanto vale prendere il numeretto e…provare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy