Risse e infarti: in Colombia di Mondiale si muore

Risse e infarti: in Colombia di Mondiale si muore

A causa delle ultime due partite della nazionale di Pekerman, in Colombia avrebbero perso la vita almeno dieci persone. In circostanze molto diverse tra loro.

di Redazione Il Posticipo

A volte la passione per il calcio può costare davvero cara. Non sarà una questione di vita o di morte, ma a volte una partita può causare conseguenze molto spiacevoli. Fino al punto di pagare un prezzo molto alto. Lo stanno imparando in Colombia, dove la Coppa del Mondo sta creando un atmosfera di festa e di giubilo, soprattutto dopo il passaggio del turno da parte dei Cafeteros, ma anche qualche problema. Dai report che arrivano dal paese sudamericano, solo a causa delle ultime due partite della nazionale di Pekerman, avrebbero perso la vita almeno dieci persone. In circostanze molto diverse tra loro.

INFARTI – Da quel che riporta Marca, le ultime due vittime sono morte di infarto durante la tiratissima partita tra la Colombia e il Senegal. Nel primo caso, la vittima, un uomo di 34 anni e con qualche problema cardiaco nel passato, è deceduta durante il match nonostante i tentativi della sua famiglia di rianimarlo. Il secondo infartuato, che di anni ne aveva 78, è stato colpito dall’attacco cardiaco al momento del rigore prima assegnato al Senegal e poi non confermato grazie all’intervento della VAR. Che ha salvato il mondiale della Colombia, ma che non ha potuto purtroppo fare nulla per la vita dello sfortunato tifoso.

RISSE – Episodi tristi, che vanno ad aumentare la conta dei morti in Colombia che sono riconducibili a questo mondiale. E si arriva come minimo a dieci, perché almeno otto persone sono morte dopo la partita contro la Polonia. Stavolta niente infarti, ma il risultato di diverse risse che si sono sviluppate nelle città colombiane durante i festeggiamenti dopo le reti di Yerry Mina, Falcao e Cuadrado, che hanno regalato i primi tre punti mondiali ai Cafeteros. Festeggiamenti che, anche senza le vittime, sarebbero comunque risultati esagerati. Da quel che riporta calciomercato.com, i tifosi arrestati per vari eccessi durante le ore successive al match sono infatti stati quasi 800. Ma sempre meglio far passare loro qualche ora in cella, piuttosto che mettere in pericolo la vita di qualcun altro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy