Anche per Ramos nervi a fior di pelle: rigore negato e un “Cagòn” all’arbitro

Anche per Ramos nervi a fior di pelle: rigore negato e un “Cagòn” all’arbitro

Nervosismo strisciante in casa Real: Sergio Ramos avrebbe offeso pesantemente il direttore di gara per non aver concesso un presunto calcio di rigore sul punteggio di 0-1 per la Sociedad.

di Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid e Sergio Ramos a fondo, in campo e anche negli atteggiamenti. E non è solo questione di disattenzione difensiva. Il nervosismo è strisciante e quanto accaduto al difensore centrale durante la gara fotografa perfettamente gli umori di una squadra che sembra trovare solo a tratti la serenità di cui avrebbe bisogno. E così dopo il caso Vazquez ecco un nuovo episodio che farà discutere.

RAMOS – Protagonista, ancora una volta, Sergio Ramos. Secondo quanto riporta il Mundo Deportivo, il difensore centrale del Real avrebbe perso la testa durante il match con la Real Sociedad, offendendo a più riprese il direttore di gara. Tutto accade intorno al 35’ del primo tempo, con gli ospiti già in vantaggio. I blancos vanno a caccia del pari e in una azione offensiva il centrale, spintosi in area di rigore avversaria, è trattenuto da Illaramendi proprio al momento della possibile conclusione a rete. Sembrerebbe, forse anche è, rigore, ma il direttore di gara decide di soprassedere e lascia continuare il gioco…

OFFESE – Una scelta che evidentemente non è andata giù a Sergio Ramos che, come riportato dal programma Tempo de Juego della COPE Network, avrebbe più volte definito, senza troppi mezzi termini, “cagón” l’arbitro andaluso Munuera Montero per non averlo concesso. Anche le parole del centrale, così come il rigore, sono state ignorate dall’arbitro. Ramos, a termini di regolamento, non dovrebbe rischiare di incappare nella prova tv perché non ci sono i presupposti per una squalifica. L’unica certezza è che il capitano del Real dovrà giustificare, ancora una volta, comportamenti e atteggiamenti sin troppo oltre le righe.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy